UniversONline.it

100 mln di euro per la ricerca - Durante la Conferenza Stato-Regioni è stato espresso un parere favorevole in merito al decreto del Ministro Livia Turco che prevede uno stanziamento di 100...

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

100 mln di euro per la ricerca

ministro della salute Livia Turco

Durante la Conferenza Stato-Regioni è stato espresso un parere favorevole in merito al decreto del Ministro Livia Turco che prevede uno stanziamento di 100 milioni di euro per la sanità. Con questi soldi verranno finanziati progetti di ricerca nel campo della prevenzione, diagnosi, cura e riabilitazione e dell'innovazione tecnologica. Una particolare attenzione sarà riservata al settore oncologico e a quelle patologie che necessitano lunghe cure riabilitative.

La Conferenza Stato-Regioni è stata istituita nel 1988 con la legge concernente la disciplina dell'attività di Governo e ordinamento della Presidenza del Consiglio dei Ministri (legge 400/1988 art. 12). E' presieduta dal Presidente del Consiglio dei Ministri o Ministro delegato che convoca la Conferenza e fissa gli argomenti all'ordine del giorno. Le sedute non sono aperte al pubblico e di norma si tengono una volta ogni quindici giorni. La Conferenza Stato Regioni è il tavolo di confronto delle realtà regionali e provinciali da un lato e il Governo dall'altro su temi suscettibili di incidere nelle materie di competenza regionale.

Il ministro della salute Livia Turco ha spiegato che è stata scelta la via della trasparenza e del confronto con le Regioni, un nuovo modo di operare che consentirà di superare le logiche d'assegnazione non concordate che avevano caratterizzato il precedente decreto. Attraverso questo provvedimento sarà possibile ad un più vasto concerto di istituti di ricerca, concorrere al finanziamento pubblico con propri progetti, anche in collaborazione con istituti internazionali e con grande attenzione alle realtà del Mezzogiorno. Quanto realizzato in questi giorni è un primo significativo passo verso quella logica di rete e di programmazione nazionale che porterà a nuove strategie di ricerca scientifica nel Paese. L'obiettivo ultimo sarà quello di definire un grande "piano nazionale triennale" per la ricerca capace di offrire risposte alle esigenze di innovazione, legate anche all'evoluzione dei bisogni sanitari della popolazione.

Il nuovo decreto da il via a nuove modalità di accesso agli stanziamenti, sono previsti appositi bandi pubblici per l'erogazione di 70 mln di euro, cui potranno partecipare enti e istituti di ricerca pubblici e privati. Il trenta per cento degli stanziamenti previsti, 30 mln di euro, saranno sempre erogati attraverso una selezione per bando pubblico, ma saranno riservati all'alleanza contro il cancro con il coordinamento dell'Istituto superiore di Sanità.

Condividi questa pagina

Invia pagina

Ti potrebbe interessare anche:

Cerca nel sito

Se non hai trovato quello che ti serve, o vuoi maggiori informazioni, utilizza il motore di ricerca

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook