UniversONline.it

Il Bendaggio gastrico previene anche il diabete - Solo i pazienti che si sono sottoposti al bendaggio gastrico hanno ottenuto dei risultati significativi.

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

Il Bendaggio gastrico previene anche il diabete

null

Sulla rivista "Diabetes Care", sono stati riportati i risultati ottenuti all'Ospedale San Paolo di Milano da uno studio italiano condotto dal prof. Antonio Pontiroli.

Lo studio ha dimostrato che la pratica non invasiva del bendaggio gastrico, praticata solitamente nei grandi obesi, oltre ad aiutare il paziente nella perdita di peso agisce positivamente anche nella prevenzione del diabete e dell'ipertensione. Un altro aspetto riscontrato è che oltre ad avere un'azione preventiva, si può avere anche la regressione del diabete.

Lo studio ha esaminato per quattro anni 122 pazienti affetti da forme gravi di obesità, 49 di essi trattati con metodi alternativi all'operazione chirurgica, questi pazienti sono stati utili anche per avere dei parametri di paragone. Gli altri 73 invece si sono sottoposti all'operazione per il restringimento dello stomaco.

Solo i pazienti che si sono sottoposti al bendaggio gastrico hanno ottenuto dei risultati significativi, inoltre alcuni pazienti che non si sono sottoposti all'operazione nel periodo di controllo hanno presenta l'insorgere del diabete di tipo 2 (diabete non insulino-dipendente), a differenza dell'altro gruppo dove ben sette sono guariti.

Dallo studio del prof. Antonio Pontiroli emerge però un dato preoccupante. Nel 1995 in tutto il mondo c'erano 120 milioni di obesi e le stime prevedono che nel 2025 saranno più del doppio. Solo in Italia il 13% della popolazione è obesa e il 10% di questi appartengono alla fascia dei grandi obesi con un numero che sfiora le 400 mila unità.

Condividi questa pagina

Invia pagina

Approfondimenti sull'argomento

Cerca nel sito

Se non hai trovato quello che ti serve, o vuoi maggiori informazioni, utilizza il motore di ricerca

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook