UniversONline.it

Il legame tra l'alcool e le sigarette - Chiunque sia stato in un bar frequentato da fumatori, può facilmente testimoniare come alcool e fumo passino spesso di mano in mano

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

Il legame tra l'alcool e le sigarette

alcool e sigarette

Chiunque sia stato in un bar frequentato da fumatori, può facilmente testimoniare come alcool e fumo passino spesso di mano in mano. Ora l'effetto di questi due prodotti sul nostro cervello è stato analizzato da due gruppi di scienziati, rivelando che essi scatenano nel nostro cervello reazioni molto simili. La scoperta potrebbe portare a realizzare un unico trattamento capace di aiutare sia i fumatori che gli alcoolisti.

Yousef Tizabi e i suoi colleghi del University College of Medicine di Howard hanno somministrato sia alcool che nicotina a dei ratti di laboratorio. Quindi hanno analizzato l'effetto di queste sostanze sul rilascio da parte dell'organismo di dopamina, un neurotrasmettitore che provoca una sensazione di piacere e appagamento, in una regione del cervello conosciuta come nucleus accumbens. Benché entrambe le sostanze causino un incremento nel rilascio di dopamina direttamente proporzionale alla dose somministrata, i ricercatori hanno scoperto che solamente piccole dosi di entrambe le sostanze somministrate simultaneamente possono sommare i loro effetti sul rilascio di quest'ormone, mentre questo non avviene per dosi più elevate.

Questa scoperta, fa notare Tazabi, "suggerisce che una parte delle ragioni per cui la gente beve e fuma allo stesso tempo è quella di accrescere il proprio piacere". Questo tipo di interpretazione va naturalmente valutata con cautela, dal momento che non vi sono state sufficienti sperimentazioni, avendo i ratti assunto queste sostanze una sola volta. L'effetto negli esseri umani potrebbe poi essere diverso, specialmente per coloro che fumano e bevono abitualmente.

Il secondo studio sull'argomento ha scoperto che una componente capace di bloccare la nicotina riduce anche l'effetto di appagamento provocato dall'alcool. La mecamilamina, è stata sperimentata con il trattamento del cerotto antifumo. Henry R. Kranzler dell'Università del Connecticut ne ha testato gli effetti chimici su venti volontari che hanno assunto la sostanza prima di consumare una dose standard di alcool. È stato quindi misurato il tasso alcolico dei soggetti in esame, la pressione sanguigna e il battito cardiaco, sono stati fatti compilare loro tre questionari dove veniva chiesto di descrivere la loro reazione all'alcool. Secondo lo studio, la mecamilamina riduce sia il livello alcolico nel sangue che l'effetto di appagamento controllando il rilascio di dopamina. David Overstreet del Bowles Center for Alcohol Studies all'Università della Carolina del Nord a Chapel Hill aggiunge che questi risultati "incrementano la possibilità che i trattamenti rivelatisi efficaci contro il fumo possano apportare dei benefici anche nei confronti dell'alcool".

Condividi questa pagina

Invia pagina

Approfondimenti sull'argomento

Cerca nel sito

Se non hai trovato quello che ti serve, o vuoi maggiori informazioni, utilizza il motore di ricerca

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook