UniversONline.it

Un vaccino ibrido protegge dal virus del Nilo Occidentale - I ricercatori hanno sviluppato un nuovo vaccino, che si è dimostrato capace di proteggere i topi contro il virus del Nilo Occidentale (WNV)

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

Un vaccino ibrido protegge i topi dal virus del Nilo Occidentale

virus del Nilo

I ricercatori hanno sviluppato un nuovo vaccino, che si è dimostrato capace di proteggere i topi contro il virus del Nilo Occidentale (WNV). Le sperimentazioni sulle scimmie avranno inizio invece il mese prossimo, mentre i test sull'uomo dovrebbero aver luogo prima della fine dell'anno.

Il Virus in questione, che si diffonde con la puntura delle zanzare, può causare nell'uomo encefaliti potenzialmente mortali. Esso è apparso per la prima volta in America nel 1999, e da allora ha ucciso sette persone e ne contagiato gravemente ottanta. Per sviluppare il vaccino, Alexander Pletnev del National Institute of Allergy and Infectious Diseases, insieme ai colleghi, è ricorso all'aiuto di un vicino parente del WNV, il virus Dengue, che però non attacca il sistema nervoso centrale. Sostituendo alcuni geni del WNV con quelli della varietà Dengue, i ricercatori hanno creato un virus ibrido capace di stimolare una forte risposta immunitaria senza infettare il cervello. Nessuno dei topi che hanno ricevuto il vaccino ha contratto la malattia quando successivamente è stato esposto ad essa.

Dal momento che uno dei virus Dengue utilizzato per la costruzione del virus ibrido si è già dimostrato sicuro per gli esseri umani, i ricercatori sono speranzosi del fatto che il loro vaccino possa superare velocemente la fase di test sull'uomo. "Dobbiamo stare attenti e agire velocemente se vogliamo contrastare agenti infettivi emergenti come il virus del Nilo Occidentale", afferma Anthony Fauci, direttore del NIAID. "Le malattie causate da agenti microbici continueranno ad adattarsi e prosperare, per cui non possiamo abbassare la guardia".

Condividi questa pagina

Invia pagina

Ti potrebbe interessare anche:

Cerca nel sito

Se non hai trovato quello che ti serve, o vuoi maggiori informazioni, utilizza il motore di ricerca

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook