UniversONline.it

Mucca Pazza, rischio di morti umane - Tentativo di determinare se le greggi di pecore inglesi portassero i segni dell'encefalopatia spungiforme bovina (BSE)

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

La pecora "Mucca Pazza" in Gran Bretagna potrebbe aumentare il rischio di morti umane

Mucca Pazza

Un recente tentativo di determinare se le greggi di pecore inglesi portassero i segni dell'encefalopatia spungiforme bovina (BSE), o morbo della mucca pazza, è terminata in ciò che possiamo descrivere solamente come un imbarazzante fallimento. I campioni di tessuto sotto esame si è scoperto provenivano da mucche, non da pecore. Come risultato, se le pecore portino o meno la BSE, che negli uomini assume la forma variante del morbo di Creutzfeldt-Jakob (vCJD), rimane un mistero non ancora svelato. Se però questo sospetto si rivelasse fondato, e se questi animali potessero trasmettere l'agente infettivo agli esseri umani, il rischio per la salute pubblica potrebbe essere portato a dimensioni ancora maggiori di quelle raggiunte con le sole mucche.

Nel valutare un eventuale impatto di un'epidemia derivata dalle pecore, Neil M. Ferguson con i colleghi dell'Imperial College di Londra hanno considerato tre possibili scenari. Nel migliore dei casi non si diffonderà all'interno o tra le greggi, avendo quindi un impatto trascurabile su un'epidemia di vCJD. Ma nella peggiore delle ipotesi la BSE, diffondendosi rapidamente tra e all'interno delle greggi, porterebbe ad un prezzo in morti umane per vCJD dalle 50.000 alle 100.000 unità dovute solamente al bestiame infetto fino ad un totale di qualcosa come 150.000 vittime.

La buona notizia è che, utilizzando anche per le pecore le stesse restrizioni attualmente utilizzate per il bestiame bovino, ridurrebbe i rischi di infezione del 90%. Tuttavia gli autori dello studio fanno notare che le loro scoperte sottolineano il bisogno di ulteriori indagini future. "Le nostre stime" aggiunge Ferguson, "dipendono in ultima analisi sulla quantità e la qualità delle informazioni che verranno raccolte dagli altri ricercatori, e crediamo che analisi su larga scala nelle greggi di tutta la nazione e ulteriori esperimenti costituiscano delle priorità assolute".

Condividi questa pagina

Invia pagina

Ti potrebbe interessare anche:

Cerca nel sito

Se non hai trovato quello che ti serve, o vuoi maggiori informazioni, utilizza il motore di ricerca

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook