UniversONline.it

Zuccheri dallo spazio - Senza gli zuccheri, la vita come la conosciamo oggi non solo sarebbe meno dolce, ma non sarebbe potuta nascere affatto

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

Zuccheri dallo spazio

Zuccheri dallo spazio

Senza gli zuccheri, la vita come la conosciamo oggi non solo sarebbe meno dolce, ma non sarebbe potuta nascere affatto. In veritÓ, oltre a costituire lo scheletro delle molecole di DNA ed RNA, lo zucchero rappresenta la fonte primaria d'energia per la maggior parte degli organismi. Gli scienziati, all'interno dei resti di un asteroide, hanno trovato un certo numero di ingredienti chiave per la vita come noi la conosciamo, riportando l'attenzione sulla teoria secondo cui i mattoni della vita siano giunti dallo spazio quando la Terra era ancora giovane. Eppure essi non sono riusciti a trovare delle prove definitive della presenza di zucchero. Fino ad oggi. L'analisi del materiale organico estratto da due meteoriti ha portato a scoperte piuttosto interessanti e capaci di far rivalutare le attuali teorie pi¨ accreditate.

Le analisi precedenti avevano trovato accenni della presenza di zucchero, ma si trattava di meteoriti caduti sulla Terra decine di anni prima di venir studiate, quindi presumibilmente contaminati. La nuova ricerca, condotta da George Cooper del NASA Ames Research Center, Ŕ stata svolta su frammenti di asteroidi caduti pi¨ di recente sul nostro pianeta, le meteoriti Murchison e Murray, da cui era giÓ stata estratta della materia organica.

Con l'aiuto di una nuova tecnica d'analisi conosciuta come spettrometria gascromatografia di massa, i ricercatori hanno riconosciuto un certo numero di composti cosiddetti poliidrossilati, che includono zuccheri, zuccheri alcolici e zuccheri acidi. Il fatto che questi composti zuccherini mostrino molti punti in comune con i composti extraterrestri conosciuti ci rassicura sulla possibilitÓ di una contaminazione terrestre. Inoltre, le scoperte dei ricercatori indicano che alcuni processi extraterrestri possono distruggere gli zuccheri.

"Da questo concludiamo che i poliidrossilati erano presenti sulla Terra primitiva, e quindi disponibili per essere utilizzati per creare le prime forme di vita", scrivono gli autori dello studio. In questo caso, gli zuccheri dallo spazio potrebbero aver "addolcito" la vita sulla Terra.

Condividi questa pagina

Invia pagina

Ti potrebbe interessare anche:

Cerca nel sito

Se non hai trovato quello che ti serve, o vuoi maggiori informazioni, utilizza il motore di ricerca

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook