UniversONline.it

Fedeltà, questione di geni - Una terapia genetica per curare l'autismo su alcuni topi gli ha fatti diventare particolarmente fedeli e attaccati alla propria compagna

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

Fedeltà, questione di geni

Fedeltà

Arriva dalla Georgia (USA) una nuova interessante scoperta. Uno staff di scienziati ha testato una terapia genetica per curare l'autismo su alcuni topi, scoprendo in essi un particolare disturbo psicopatologico. I topi sotto questa terapia si sono mostrati particolarmente fedeli e attaccati alla propria compagna. L'intera scoperta fatta dal dott. Larry Young della Emory University è stata pubblicata sul Journal of Neuroscience. Le cavie sono state trattate con un virus, portatore di un gene che sensibilizza all'ormone vasopressina. La sensibilizzazione alla vasopressina ha determinato una maggiore interazione tra le cavie. La zona del cervello coinvolta dal gene è quella delle "esperienze", la presenza dell'ormone faciliterebbe i ricordi delle esperienze positive vissute col proprio compagno/a.

L'esperimento è stato portato avanti in questo modo, due topi di sesso opposto sono stati tenuti nella stessa gabbia per 17 ore, in seguito nella stessa gabbia è stato aggiunto un altro topo di sesso femminile. In tutti i casi testati la prima compagna è risultata sempre preferita rispetto alle seconde inserite. Il test è stato condotto nel medesimo modo con topi non sottoposti al trattamento e si è visto che la preferenza del topo maschio era identica per entrambe le compagne. Questa ricerca è particolarmente significativa perché è il primo caso in cui si nota che un gene veicolato da un virus è capace di modificare i comportamenti di un animale.

Condividi questa pagina

Invia pagina

Ti potrebbe interessare anche:

Cerca nel sito

Se non hai trovato quello che ti serve, o vuoi maggiori informazioni, utilizza il motore di ricerca

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook