UniversONline.it

Riconoscere i volti - Le persone riescono a ricordare i volti di coloro che appartengono alla propria razza più facilmente di quelli di chi appartiene alle altre razze

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

Riconoscere i volti

Riconoscere i volti

Gli scienziati sanno già da tempo che le persone riescono a ricordare i volti di coloro che appartengono alla propria razza più facilmente di quelli di chi appartiene alle altre razze. Forse, secondo una celebre teoria popolare, questo è dovuto al fatto che le persone tendono ad avere maggior esperienza con i lineamenti tipici della propria razza. Ora una ricerca neurologica sta facendo luce sui processi cerebrali legati al fenomeno. Lo studio costituisce uno dei primi tentativi di analizzare il sistema neurale in relazione a questioni d'interazione sociale. Per esaminare la risposta del cervello a questo tipo di stimoli, Jennifer L. Eberhardt e le sue colleghe dell'Università di Stanford hanno mostrato a pazienti sia afroamericani che di stirpe caucasica delle fotografie di volti di persone appartenenti a razze diverse; questo mentre la loro attività cerebrale veniva registrata attraverso la formazione d'immagine della risonanza magnetica funzionale (fMRI). Dopo aver focalizzato l'attenzione sulla cosiddetta area facciale fusiforme (FFA), una regione del cervello che si pensa sia importante per il riconoscimento dei volti, la squadra di ricercatori ritiene che questa sia soggetta ad una maggiore attività quando il paziente sta osservando soggetti del proprio ceppo razziale.

Il motivo preciso di questa differenziazione nei processi di riconoscimento delle diverse razze rimane poco chiaro. Ma "indipendentemente dal fatto che gli effetti dimostrati in questo studio derivino o meno dalla maggiore esperienza percettiva con i volti di chi appartiene alla propria razza o a causa di altri processi dell'FFA", dicono gli autori, "i nostri risultati dimostrano che i fattori sociali sono in grado di influenzare la percezione iniziale dei volti e della gente".

Condividi questa pagina

Invia pagina

Ti potrebbe interessare anche:

Cerca nel sito

Se non hai trovato quello che ti serve, o vuoi maggiori informazioni, utilizza il motore di ricerca

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook