UniversONline.it

La società influenza il cuore - Vivere in un ambiente povero può aumentare il rischio di affezioni cardiache

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

La società influenza il cuore

La società influenza il cuore

Secondo i risultati di un nuovo studio, vivere in un ambiente povero può aumentare il rischio di affezioni cardiache.

"Persino dopo aver controllato il reddito personale, l'educazione e l'occupazione di una persona, abbiamo scoperto che vivere all'interno di un ambiente di quel tipo è associato ad una maggiore incidenza di cardiopatie coronariche", affermano i ricercatori.

La dottoressa Ana V. Diez Roux e i suoi colleghi della Columbia University, a New York, hanno seguito oltre 13.000 persone che vivono nelle comunità del Nord Carolina, del Mississippi, del Minnesota e del Maryland. Le comunità erano divise in blocchi contenenti circa mille persone ognuno, e la frequenza degli attacchi di cuore all'interno di ogni blocco è stata paragonata con quella degli altri gruppi. Durante il periodo di studio di nove anni, sono avvenuti 615 attacchi di cuore.

"Il nostro studio ha messo in evidenza che coloro che hanno vissuto nei blocchi più disagiati risultino maggiormente soggetti alle malattie cardiovascolari, con probabilità superiori del 40 - 70 percento rispetto a quelli vissuti in un ambiente agiato", ha riferito la Diez Roux.

"Lo studio attuale non è mirato a comprendere il perché di questa associazione, o quale particolare elemento dell'ambiente possa influenzare il rischio di un individuo nei confronti delle patologie cardiache", spiega la studiosa. "Se le scoperte di questo studio saranno confermate, allora degli studi futuri verteranno su tali questioni".

La dottoressa, insieme ai propri colleghi, ha fatto notare come molte caratteristiche dell'ambiente di vita siano in grado di influenzare il rischio di malattie cardiache. "Diversi ambienti possono differire per esempio per la diversa quantità di pubblicità sul tabacco, o per la disponibilità e il costo di cibo sano".

Altri fattori potrebbero essere quelli legati all'ambiente fisico, la disponibilità e la qualità degli spazi pubblici e delle infrastrutture ricreative, nonché il senso di sicurezza.

La Diez Roux ha puntualizzato che un medico, nel fare una raccomandazione ad un paziente malato di cuore, dovrebbe anche tener conto dell'ambiente in cui questa vive. Inoltre, ha osservato la squadra di ricercatori, lo studio evidenzia l'influenza sulla salute dell'economico e del sociale.

"Con la crescita della segregazione economica delle aree residenziali", scrivono gli autori dello studio "le differenze tra luogo e luogo possono diventare persino più rilevanti nella spiegazione della disparità nelle condizioni di salute.

Condividi questa pagina

Invia pagina

Ti potrebbe interessare anche:

Cerca nel sito

Se non hai trovato quello che ti serve, o vuoi maggiori informazioni, utilizza il motore di ricerca

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook