UniversONline.it

La socialità allunga la vita - Si pensa che l'essere sociali allunghi la vita, già dai tempi dei nostri antenati ci si muoveva in gruppo e si prendevano le decisioni di qualsiasi genere in...

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

La socialità allunga la vita

allunga la vita

Si pensa che l'essere sociali allunghi la vita, già dai tempi dei nostri antenati ci si muoveva in gruppo e si prendevano le decisioni di qualsiasi genere in gruppo. L'uomo quindi è noto da sempre come "animale sociale" in quanto ha la capacità di collaborare con i suoi simili, coordinarsi e collaborare permette al cervello di crescere fisicamente e sotto il punto di vista intellettivo.

Questa tesi già conosciuta in passato viene rafforzata dagli studiosi del New Jersey su "Nature" dove si convalida la teoria dell'intelligenza sociale nell'evoluzione dei primati. Uno nuovo studio ora permetterà di analizzare l'anatomia del cervello, questo permetterà anche di mostrare l'evoluzione della specie dei mammiferi e dell'uomo. La tecnologia che permetterà questo potrà anche paragonare le grandezze di 11 parti del cervello di 300 animali differenti, immaginando una forma ideale per ciascuna specie. Questo calcolo ha portato alla creazione di tanti diversi "cerebrotipi". Questo lavoro ha notato che la neocorteccia, zona del cervello che entra in funzione durante le interazioni sociali, nel ragionamento e in altre funzioni sociali complicate, cresce maggiormente e più velocemente e in modo diverso a seconda della specie, aumentando del 16% negli insettivori contro l'80% dell'uomo. Da qui la deduzione che più si è sociali, più si vive.

Condividi questa pagina

Invia pagina

Ti potrebbe interessare anche:

Cerca nel sito

Se non hai trovato quello che ti serve, o vuoi maggiori informazioni, utilizza il motore di ricerca

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook