UniversONline.it

Contraccettivo maschile - Da anni ormai si parla del contraccettivo ormonale per maschi

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

Contraccettivo maschile

Contraccettivo maschile

Da anni ormai si parla del contraccettivo ormonale per maschi, ma fino ad ora le ricerche non sono giunte a nulla di concreto. La difficoltà maggiore sta nel neutralizzare milioni di spermatozoi, problema che con la pillola femminile non esiste, in quanto bisogna rendere inefficace un solo ovulo. Sicuramente il fatto che da la contraccezione è da sempre un problema legato alle donne pone un freno ai progressi, e fino a pochi decenni fa chi gestiva la salute medica delle donne erano praticamente solo uomini. A Bologna uno staff capeggiato dalla dottoressa Meriggiola annuncia di essere vicino alla soluzione. Il prodotto sarà principalmente a base di progestinico e testosterone (sostanza ormonale similare al progesterone) che avranno la funzione di bloccare la produzione di spermatozoi. La dottoressa spiega che la metodologia di funzionamento della pillola per uomo è molto simile al funzionamento di quella per le donne, solo che nel caso delle donne bisogna arrestare l'ovulazione, mentre per uomini occorre neutralizzare milioni di spermatozoi. Il risultato si raggiunge "semplicemente" utilizzando un progestinico che annienta la produzione testicolare di spermatozoi. In questi anni di sperimentazione però si è andati incontro ad un problema, cioè che abbattendo la produzione testicolare di spermatozoi si annientava anche la produzione di testosterone, necessario per potenza sessuale. Si pensa di ovviare a questo problema operando un rimescolamento delle sostanze in dosi adeguate. Per ora questo contraccettivo è stato prodotto per test, e viene somministrato con iniezioni ogni 6-8 settimane; successivamente saranno disponibili anche cerotti e pillole. Per quanto riguarda il risvolto psicologico c'è d'aspettarsi di tutto, almeno la par condicio fra uomo e donna sarà raggiunta anche nel campo dei contraccettivi.

Condividi questa pagina

Invia pagina

Ti potrebbe interessare anche:

Articoli di medicina e salute correlati

Cerca nel sito

Se non hai trovato quello che ti serve, o vuoi maggiori informazioni, utilizza il motore di ricerca

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook