UniversONline.it

Psicologia e gelato, dimmi che gelato mangi e ti dir˛ chi sei - Psicologia - C'Ŕ un legame fra gelato Ŕ psiche ? La risposta arriva da un'esperta che ha cercato di analizzare il tipo di gelato che si mangia in relazione...

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

Psicologia e gelato, dimmi che gelato mangi e ti dir˛ chi sei

Psiche e gelato

C'Ŕ un legame fra gelato Ŕ psiche ? La risposta arriva da un'esperta che ha cercato di analizzare il tipo di gelato che si mangia in relazione alla personalitÓ o a un determinato stato d'animo della persona. Gelato e psiche hanno un legame profondo, una relazione che non Ŕ sfuggita ai pubblicitari che da anni attraverso gli spot televisivi mettono in evidenza i prodotti sfruttando sentimenti e istinti primordiali.

Sei un tipo voglioso da cono, un effimero indipendente da ghiacciolo o un controllato misurato da coppetta ? Un gelato ricoperto di praline indica una personalitÓ moderna, le persone che preferiscono la coppetta hanno in linea di massima un carattere controllato, chi invece preferisce il biscotto ha bisogno di essere rassicurato. Due tipologie di gelato fra le pi¨ consumate, ghiacciolo e cono con cialda, evidenziano altre personalitÓ particolari. Se secondo gli esperti per il primo bisogna stare attenti in quanto Ŕ scelto in prevalenza da persone effimere e indipendenti, chi opta per il secondo non sarebbe da far scappare, chi sceglie il cono con cialda Ŕ un tipo voglioso che cerca l'appagamento sensoriale.

Probabilmente non tutti si identificheranno nel profilo dato in base al tipo di gelato, Ŕ anche vero che durante la stagione estiva in linea di massima si tende a non scegliere sempre lo stesso tipo di gelato, non vi Ŕ dubbio per˛ che differenti tipologie di gelato vengano scelte in prevalenza a seconda del carattere della persona. Viviana Finistrella, psicologa esperta in tematiche nutrizionali, spiega che magiare gelato rievoca da un punto di vista psicologico, i tempi "mitici" dell'infanzia e dell'adolescenza e attiva comportamenti e stati d'animo caratteristici di quella fase evolutiva: senso di libertÓ, desiderio di allacciare amicizie, possibilitÓ di essere se stessi al di lÓ delle apparenze e delle formalitÓ.

Secondo l'esperta, quando si gusta un gelato in spiaggia, lo si fa in maniera semplice e diretta, una situazione che permette di "spogliarsi" dagli aspetti formali e dalla rigiditÓ che a volte le situazioni della vita quotidiana, lavorativa e non, impongono alle persone. Finistrella conclude dicendo che il gelato contribuisce ad abbassare le nostre difese, di conseguenza ci fa vivere in maniera pi¨ autentica e genuina.

Alimentazione e psicologia, sei un tipo dolce o salato ?

Per appagare la vostra curiositÓ sulla personalitÓ legata al tipo di alimentazione scelta, riportiamo i dati ottenuti da uno studio condotto qualche anno fa.

Alcuni ricercatori vollero verificare le differenze tra persone con propensione al dolce e persone con propensione al salato. L'analisi fu condotta su 200 soggetti divisi equamente in due gruppi a seconda di quanto emerso da alcune domande preliminari. Agli intervistati fu chiesto di indicare quali fra una serie di 12 tipi di alimenti avrebbero preferito per fare uno spuntino "fuori pasto". Osservando i dati raccoltisi, gli esperti conclusero che l'orientamento verso il gusto dolce oppure salato era associato a tratti di personalitÓ ed a stili di vita abbastanza differenti.

Le persone che preferiscono il salato sono prevalentemente caratterizzate da una maggiore energia, un dinamismo pi¨ accentuato, sono pi¨ estroverse e hanno maggiore intraprendenza. Sembrano avere un atteggiamento pi¨ razionale funzionale con l'alimentazione e ricercano un edonismo orale centrato sull'apporto di stimolazioni forti, pungenti, decise, vivaci; sembrano inoltre esibire uno stile razionale i cui tratti salienti sono costituiti da decisione, sicurezza di sÚ, autonomia, franchezza talvolta brusca.

Chi propende per il dolce mostra pi¨ frequentemente codici di tipo femminile, improntati all'affiliazione, alla dipendenza, alla ricerca di un contesto caldo e protettivo, con una certa tendenza all'introversione, al ripiegamento su di sÚ, alla ricerca di rapporti consolatori. In questi soggetti l'alimentazione Ŕ maggiormente caricata di valenze emozionali e l'edonismo orale Ŕ costituito da sensazioni intense, ma tranquille, calde, avvolgenti, spesso con una connotazione di trasgressione e regressione infantile.

Condividi questa pagina

Invia pagina

Approfondimenti sull'argomento

Cerca nel sito

Se non hai trovato quello che ti serve, o vuoi maggiori informazioni, utilizza il motore di ricerca

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook