UniversONline.it

Effetti collaterali pillola - Quando si pensa agli effetti collaterali della pillola anticoncezionale ci si preoccupa della cellulite o del fatto che la pillola, in alcuni casi, fa...

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

Effetti collaterali pillola

Pillola anticoncezionale: effetti collaterali

Quando si pensa agli effetti collaterali della pillola anticoncezionale ci si preoccupa della cellulite o del fatto che la pillola, in alcuni casi, fa ingrassare. Più raramente ci si preoccupa degli effetti collaterali della pillola per la salute. Stando ai risultati di due recenti studi, le pillole anticoncezionali di terza generazione (contraccettivi orali a base di drospirenone) potrebbero aumentare il rischio di coaguli di sangue. I risultati sono stati pubblicati sul British Medical Journal (Risk of venous thromboembolism in users of oral contraceptives containing drospirenone or levonorgestrel: nested case-control study based on UK General Practice Research Database - Aprile 2011).

Nell'ambito di due ricerche, una britannica e una statunitense, sono state messe a confronto diverse pillole anticoncezionali. Alcune erano a base di drospirenone, un progestinico innovativo molto più simile al progesterone naturale, mentre altre erano a base di un progestinico tradizionale, il levonorgestrel.

Nello studio condotto presso l'università di Boston i ricercatori hanno rilevato dei coaguli di sangue nello 0,03 per cento delle donne che assumevano il contraccettivo di ultima generazione (a base di drospirenone) mentre la percentuale scendeva allo 0,01 per cento nelle pazienti che utilizzavano le pillole anticoncezionali tradizionali (a base di levonorgestrel). Anche se con numeri diversi, una certe discrepanza è stata trovata anche dai ricercatori inglesi. Nello studio britannico, 23 donne su 100 mila (0.02 per cento) che assumevano pillole a base di drospirenone presentavano coaguli contro 9 su 100 mila (0,009 per cento) che assumevano pillole a base di levonorgestrel.

Questi risultati dimostrano che le pillole di ultima generazione potrebbero avere un rischio triplo di coaguli nel sangue rispetto a quelle tradizionali. Gli autori evidenziano che i nuovi dati confermano quanto rilevato in altri studi recenti e per questo motivo, in assenza di altre indicazioni, i medici dovrebbero consigliare l'utilizzo delle pillole tradizionali a base di levonorgestrel.

Condividi questa pagina

Invia pagina

Ti potrebbe interessare anche:

Altri articoli correlati

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook