UniversONline.it

Pillola anticoncezionale, solo una su 10 non la dimentica mai - Ben il 28 per cento delle donne italiane scelgono un contraccettivo ormonale, il più delle volte la scelta ricade sulla pillola anticoncezionale (belara,...

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

Pillola anticoncezionale, solo una su 10 non la dimentica mai

Pillola anticoncezionale: solo una su 10 non la dimentica mai

Ben il 28 per cento delle donne italiane scelgono un contraccettivo ormonale, il più delle volte la scelta ricade sulla pillola anticoncezionale (belara, lucille, ecc.) anche se solo una su dieci non la dimentica mai. Un'indagine condotta da GfK Eurisko, su un campione di 2.205 intervistate tra i 18 e i 45 anni, ha esaminato il rapporto che hanno le donne con i contraccettivi. I risultati dell'indagine sono stati presentati in un convegno tenutosi a Roma (Giugno 2009).

Analizzando i dati raccolti si può avere una visione abbastanza dettagliata dell'uso dei contraccettivi da parte delle donne italiane. Il 28 per cento si affida a contraccettivi ormonali e il 26 per cento utilizza altri metodi, ma, una percentuale molto grande, circa il 46 per cento, dichiara di non utilizzare nessun metodo anticoncezionale perché sostiene di non averne bisogno.

Fra i vari metodi anticoncezionali la pillola (23 per ceno) e il preservativo (20 per cento) risultano essere i più utilizzati. In determinate regioni i contraccettivi ormonali riscuotono maggiore successo: nel Triveneto vengono utilizzati dal 38 per cento delle donne, in Sicilia dal 41 per cento e in Sardegna addirittura dal 43 per cento. Per le donne i contraccettivo ideale deve avere prevalentemente tre caratteristiche: deve essere sicuro, non deve creare problemi con gli ormoni e non deve richiedere di ricordarsene tutti i giorni.

Oltre la metà delle donne utilizza i metodi anticoncezionali esclusivamente per prevenire una gravidanza, solo una su tre dichiara di adoperarli per motivi di salute. Dall'indagine è anche emersa una certa diffidenza da parte delle donne verso l'uso dell'anello vaginale, in linea di massima la scelta ricade sempre sui metodi contraccettivi più noti.

Nel 90 per cento dei casi la scelta del metodo anticoncezionale viene fatta dopo un consulto ginecologico. Se però si analizza la fascia d'età delle più giovani (18-25 anni), nel 25 per cento dei casi, vengono interpellati anche i partner, nel 17 per cento le amiche e in un 17 per cento dei casi Internet. Ciò nonostante, solo il 19 per cento delle donne ritiene di essere abbastanza informata e ben il 91 per cento vorrebbe avere maggiori informazioni. Nella maggior parte dei casi (53 per cento) le donne effettuano la scelta autonomamente, nel 43 per cento dei casi decidono consultandosi con il partner e solo una minima parte (il 4 per cento) dichiara di subire la volontà del compagno.

Condividi questa pagina

Invia pagina

Ti potrebbe interessare anche:

Altri articoli correlati

Cerca nel sito

Se non hai trovato quello che ti serve, o vuoi maggiori informazioni, utilizza il motore di ricerca

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook