UniversONline.it

Cerotto contraccettivo in aumento fra le trentenni - Sessualità e Salute: Il cerotto contraccettivo viene preferito sempre più spesso dalle donne rispetto alla più tradizionale pillola anticoncezionale

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

Cerotto contraccettivo in aumento fra le trentenni

Cerotto contraccettivo

Il cerotto contraccettivo viene preferito sempre più spesso dalle donne rispetto alla più tradizionale pillola anticoncezionale. Questi dati sono frutto di un'indagine di mercato condotta su 1000 donne e commissionata dalla Janssen-Cilag, un'azienda che si occupa della ricerca, produzione e commercializzazione di farmaci etici. Il cerotto contraccettivo viene preferito principalmente per due ragioni: non si dimentica come la pillola, ed è ben tollerato.

La donna tipo che opta per il cerotto rispetto alla pillola è intorno ai trent'anni e risiede al nord. Secondo i dati raccolti, l'80 per cento delle donne che iniziano ad usare il cerotto contraccettivo sono talmente soddisfatte che non ritornerebbero più all'uso della pillola.

I motivi che hanno portato le donne a provare per la prima volta il nuovo anticoncezionale presente sul mercato da circa un anno sono diversi, il 73 per cento lo ha scelto per le sue caratteristiche che forniscono una maggiore tollerabilità, peculiarità che porta a minori problemi di disturbi gastro-intestinali ed epatici. Il 38 per cento delle intervistate lo ha scelto per la nuova modalità di somministrazione per via transdermica, una particolarità che lo rende più pratico come evidenziato dal 90 per cento delle risposte. Molte donne ritengono molto comodo il fatto che il cerotto vada cambiato solo una volta a settimana a differenza della pillola che va presa tutti i giorni, il cerotto si è mostrato particolarmente utile anche per quelle donne che presentano problemi di intolleranza al lattosio in quanto contenuto nelle pillole e invece assente nel nuovo anticoncezionale.

Gianbenedetto Melis, docente di ginecologia all'Università di Cagliari, durante la presentazione dei dati ha confermato ciò che è stato riscontrato dallo studio in quanto rispecchia quello che quotidianamente vede attraverso la sua professione. L'esperto precisa comunque che come in tutti i tipi di contraccettivi di tipo ormonale l'uso del cerotto ha sia benefici che rischi. Come per la pillola è importante che la paziente incontri il proprio ginecologo per valutare il metodo contraccettivo più adatto, è inoltre bene fare dei controlli periodici.

Cerotto contraccettivo (cerotto transdermico)

Il cerotto transdermico è un contraccettivo di tipo ormonale come la pillola, se usato correttamente ha un efficacia del 99 - 100 per cento. Si basa sul principio della somministrazione di ormoni estro-progestinici attraverso la pelle, in modo programmato, e costante.

La somministrazione avviene attraverso l'applicazione sulla pelle di un cerotto alla settimana per tre settimane consecutive, seguite da una settimana di sospensione.

L'elemento innovativo, oltre alla modalità di somministrazione, consiste nel tipo di progestinico somministrato, biologicamente molto simile al progesterone naturale.

Rilasciando una quantità di ormoni regolare e continua, il cerotto consente di mantenere costante e nel dosaggio opportuno il livello di ormoni nel sangue per tutto il tempo della contraccezione.

I livelli ematici non subiscono, quindi, la ciclica fluttuazione fra picchi massimi e minimi che accompagna la singola assunzione quotidiana, tipica della pillola.

Oltre a garantire un assorbimento graduale e senza sbalzi del principio attivo, l'uso del cerotto consente anche di impegnare meno il fegato grazie alla somministrazione transdermica.

Condividi questa pagina

Invia pagina

Ti potrebbe interessare anche:

Altri articoli correlati

Cerca nel sito

Se non hai trovato quello che ti serve, o vuoi maggiori informazioni, utilizza il motore di ricerca

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook