UniversONline.it

Broccoli, proprietà benefiche anche in caso di diabete - Le proprietà nutrizionali dei broccoli non sono affatto da sottovalutare, i fiori, la parte della pianta commestibile, possono dare dei benefici anche in...

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

Broccoli, proprietà benefiche anche in caso di diabete

Proprietà benefiche dei broccoli

Le proprietà nutrizionali dei broccoli non sono affatto da sottovalutare, i fiori, la parte della pianta commestibile, possono dare dei benefici anche in caso di diabete. Nel corso di uno studio condotto da un gruppo di ricercatori svedesi della Lund University, sono state confermate alcune proprietà dei broccoli relative ad una sostanza contenuta in essi, il sulforafano (una molecola appartenente alla famiglia degli aminoacidi solforati). L'integrazione nella dieta di questi fiori, in qualsiasi modo li si cucini, contribuisce a mantenere la glicemia sotto controllo. I risultati della ricerca sono stati pubblicati su Science Translational Medicine (Sulforaphane reduces hepatic glucose production and improves glucose control in patients with type 2 diabetes - Doi: 10.1126/scitranslmed.aah4477).

Annika S. Axelsson, prima autrice dello studio e ricercatrice presso il Department of Clinical Sciences - Lund University Diabetes Center (Malmö), spiega che grazie alla farmacologia computazionale si è individuata questa specifica molecola, il sulforafano, sostanza di cui i broccoli sono particolarmente ricchi. Nella prima fase della ricerca si è "costruita" una firma genetica, del diabete di tipo 2, basata su circa cinquanta geni espressi esclusivamente nel tessuto del fegato delle persone diabetiche. Successivamente sono stati analizzati i dati relativi a 3.852 composti che potevano avere come target la "firma genetica" collegata al diabete. Fra tutte le sostanze esaminate il sulforafano si è dimostrato essere il più efficace.

Nella seconda parte dell'indagine i ricercatori hanno prima di tutto valutato gli effetti in sperimentazioni in vitro e su modelli animali, successivamente, per un periodo di 12 settimane, hanno testato un composto a base della molecola su 97 pazienti con diabete di tipo 2. A una parte dei volontari è stato somministrato un placebo mentre gli altri dovevano assumere regolarmente il sulforafano. Anders H. Rosengren, coordinatore dello studio, spiega che il sulforafano contribuiva a ridurre la produzione epatica di glucosio e riduceva quello derivante dagli enzimi, si è inoltre registrato un abbassamento dei livelli dell'emoglobina glicata (HbA1c), un parametro di laboratorio che fornisce un'indicazione della glicemia media degli ultimi 2-3 mesi.

I risultati di questo studio sono molto importanti perché il sulforafano ha prodotto degli effetti paragonabili a quelli della metformina, uno dei farmaci attualmente più utilizzati nella cura del diabete. Come il sulforafano, anche il la metformina agisce su più livelli: diminuisce la formazione di glucosio a livello del fegato, ne riduce l'assorbimento a livello intestinale e aumenta la sensibilità all'insulina a livello dei tessuti. Sebbene anche questo farmaco sia di origine vegetale, deriva dalla galega (Galega officinalis), una pianta officinale della famiglia delle Fabaceae, circa il 15 per cento dei pazienti non possono utilizzarlo a causa dei possibili effetti collaterali sul fegato. Altri pazienti, una percentuale che va tra il 5 e il 10 per cento, sono inoltre costretti ad abbandonare la terapia a base di metformina per via di altri effetti collaterali quali: dolori addominali, gonfiore, diarrea e nausea. Sebbene siano necessari ulteriori studi, fra non molto tempo ci potrebbe essere un'alternativa con meno effetti collaterali per i pazienti con diabete di tipo 2.

Per quanto riguarda i possibili benefici derivanti dall'integrazione dei broccoli nella dieta, di sicuro non si possono ottenere gli stessi effetti osservati nella sperimentazione. Se però si inseriscono questi alimenti in un regime alimentare equilibrato, il nostro organismo non può che trarne un notevole giovamento. Non bisogna poi dimenticare che i broccoli non sono utili solo in caso di diabete ma possiedono molte altre proprietà.

Proprietà dei broccoli e valori nutrizionali

Elenco proprietà dei broccoli

I broccoli sono degli ortaggi appartenenti alla famiglia delle crucifere (o brassicaceae), della specie brassica oleracea. 100 grammi di broccoli crudi apportano circa 34 calorie, sono inoltre particolarmente ricchi di vitamina C, B1, B2, sali minerali (calcio, ferro, fosforo, potassio), fibre, tiossazolidoni (sostanze che si sono dimostrate particolarmente efficaci nella cura della tiroide) e sulforafano, un composto del gruppo degli Isotiocianati che non solo previene la crescita delle cellule tumorali e ne impedisce il processo di divisione cellulare con conseguente apoptosi ma, come visto nello studi pubblicato su Science Translational Medicine, può essere utile anche per mantenere la glicemia sotto controllo.

La quantità di vitamina C presente nei broccoli è paragonabile a quella dei limoni, con il processo di cottura dell'ortaggio se ne perde però buona parte.

Valori nutrizionali dei broccoli (dati relativi a 100 grammi di prodotto)

  • Acqua: 89,30 g
  • Calcio: 47 mg
  • Ferro: 0,42 mg
  • Fibre: 2,6 g
  • Folati: 63 µg
  • Fosforo: 466 mg
  • Lipidi: 0,37 g
  • Magnesio: 21 mg
  • Manganese: 0,210 mg
  • Proteine: 2,82 g
  • Selenio: 2,5 µg
  • Sodio: 33 mg
  • Tiamina: 0,071 mg
  • Vitamina A: 623 UI
  • Vitamina B2 (riboflavina): 0,117 mg
  • Vitamia B3 (Niacina): 0,639 mg
  • Vitamina B5 (Acido pantotenico): 0,573 mg
  • Vitamina B6: 0,175 mg
  • Vitamina C: 89,2 mg
  • Vitamina E: 0,78 mg
  • Vitamina K: 101,6 µg
  • Zinco: 0,73 mg
  • Zuccheri: 1,70 g

Proprietà dei broccoli

La Vitamina C contenuta nei broccoli esercita un'azione immunomodulatrice, ossia contribuisce a regolare le alterazioni delle risposte immunitarie dell'organismo, aiutando a combattere eventuali infezioni. Con la Vitamina A promuovono la salute delle mucose e della pelle, e regolano il funzionamento della retina e della vista. Grazie alla Vitamina K i broccoli migliorano la coagulabilità del sangue e con le Vitamine del gruppo B agiscono sul metabolismo. I benefici non finiscono però qui, il buon apporto di calcio e fosforo è molto importante per la salute delle ossa e dei denti. Il broccolo, sopratutto se consumato crudo o poco cotto, fornisce un buon livello di sulforafano e costituisce un alimento che vanta caratteristiche antitumorali.

Controindicazioni dei broccoli

In ambito farmacologico non risulta nessuna possibile interazione tra l'assunzione di farmaci, o altre sostanze, e il consumo di broccoli.

Fra le molecole presenti all'interno dell'ortaggio ci sono anche i goitrogeni, delle sostanze potenzialmente pericolose per chi soffre di problemi alla tiroide in quanto interferiscono con il metabolismo dello iodio. In specifici casi i broccoli potrebbero quindi essere controindicati perché possono inibire l'attività della tiroide con un conseguente rallentamento della produzione di ormoni. Questo possibile effetto collaterale è comunque da prendere in considerazione in quei casi in cui si hanno dei problemi alla tiroide e i livelli di iodio introdotti con l'alimentazione non sono sufficienti.

I broccoli possono essere controindicati anche in caso di problemi a livello gastrointestinale. Le persone che soffrono di colon irritabile possono avere delle problematiche relative all'aria intestinale. Questo avviene perché alcune sostanze della crucifera possono essere fermentate dai batteri presenti nel nostro microbiota creando dei gonfiori a livello addominale. Per prevenire questo possibile effetto collaterale bisogna capire qual è la quantità che si può assumere, si tratta infatti di un problema dose dipendente. Oltre all'individuazione della dose limite assumibile si possono anche utilizzare dei probiotici, in questo modo si modifica la flora intestinale attutendo l'effetto di gonfiore tipico dei soggetti con colon irritabile.

Alcune ricerche dove sono state individuate altre proprietà dei broccoli

  • Diabete e complicanze, i broccoli ne limitano alcune
  • Proprietà broccoli e colesterolo ldl
  • Cavoli e broccoli per contrastare la leucemia
  • Prevenire i tumori mangiando cavoli, soia e broccoli

Condividi questa pagina

Invia pagina

Approfondimenti sull'argomento

Cerca nel sito

Se non hai trovato quello che ti serve, o vuoi maggiori informazioni, utilizza il motore di ricerca

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook