UniversONline.it

Valori colesterolo: nuovi parametri di riferimento per LDL - Se avete ritirato il referto degli esami del sangue e volete sapere se il vostro colesterolo è entro i parametri di riferimento dovete sapere che le nuove...

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

Valori colesterolo: nuovi parametri di riferimento per LDL

Valori colesterolo:parametri di riferimento per LDL

Se avete ritirato il referto degli esami del sangue e volete sapere se il vostro colesterolo è entro i parametri di riferimento dovete sapere che le nuove linee guida hanno fissato l'asticella per LDL a 100 mg/dL. Fino a qualche tempo fa i soggetti con un basso rischio cardiovascolare potevano stare tranquilli anche con dei valori di LDL compresi tra 100 e 159 mg/dL, ora il consiglio degli specialisti è quello di stare in un range compreso tra 70 e 100 mg/dL. Le nuove indicazioni sono state ribadite in occasione del congresso della Società europea di cardiologia (ESC Congress 2016).

Francesco Romeo, presidente della Società Italiana di Cardiologia (SIC), coglie l'occasione dell'ESC Congress (che quest'anno si è tenuto a Roma) per evidenziare che tutti i cardiologi sono attualmente concordi che è fondamentale avere un colesterolo compreso tra 70 e 100, un'indicazione che vale per tutti i soggetti compresi quelli che di norma presentano valori molto alti per colpa dell'ipercolesterolemia familiare (una malattia ereditaria che determina un aumento del colesterolo nel sangue per via di un'alterazione genetica). Nelle persone con ipercolesterolemia familiare il colesterolo LDL, noto anche come lipoproteine a bassa densità (Low Density Lipoprotein = LDL), è tipicamente aumentato, fino ad ora in questi soggetti i valori di LDL "desiderabili" erano leggermente superiori alla media, ora si è invece standardizzato il parametro per tutti.

Alberico Catapano, professore ordinario di farmacologia presso l'Università degli Studi di Milano, spiega che se un soggetto è a rischio e i suoi valori di LDL sono intorno ai 100 mg/dL, non dovrebbe accontentarsi di arrivare a 70 mg/dL ma dovrebbe puntare ad arrivare addirittura a 50 mg/dL, una riduzione del 50 per cento che garantirebbe un notevole miglioramento per la salute.

Esistono vari modi per abbassare il colesterolo, i primi due mezzi alla portata di tutti sono però l'alimentazione e l'attività fisica. Se gli esami del sangue hanno evidenziato dei parametri borderline, o con un alto rischio, la prima cosa da fare è quella di seguire una dieta per il colesterolo evitando quei cibi (burro e formaggi, carni grasse e insaccati, interiora, strutto, margarina, lardo, ecc.) che possono contribuire ad alzare i livelli di LDL. In particolari casi, sarà lo specialista a valutarlo, si può inoltre far ricorso alle statine. A breve saranno inoltre disponibili degli anticorpi anti PCSK9 (per esempio Alirocumab e Evolocumab), dei farmaci dal costo elevato ma con delle potenzialità molto interessanti, che potrebbero essere adoperate su specifici soggetti come ad esempio quelli che presentano un'ipercolesterolemia familiare.

Nei soggetti con ipercolesterolemia familiare è stata identificata una mutazioni genetiche che determina un aumento dell'attività di PCSK9 (proproteina convertasi subtilisina/kexina tipo 9), tale proteina interagisce con il recettore LDL favorendone la precoce degradazione e impedendone il riciclo. Studi successivi hanno però consentito la realizzazione di specifici farmaci in grado di colpire PCSK9 riuscendo a ridurre considerevolmente i livelli di colesterolo circolante nel sangue.

Perche il colesterolo è un nemico della salute? Elevati valori di colesterolo nel sangue mettono a rischio la salute delle arterie, essi possono infatti incrementare il rischio di aterosclerosi e trombosi, patologie che a loro volta aumentano le probabilità di arteriopatia obliterante periferica (nota anche come malattia occlusiva delle arterie periferiche), infarti e ictus cerebrali. Per prevenire questi rischi è quindi importante avere dei livelli di colesterolo LDL pari o inferiori a 100 mg/dL.

Come si calcola il colesterolo LDL

Quando si ritira il referto delle analisi del sangue può capitare che non sia riportato il livello di LDL ma solo la concentrazione plasmatica del colesterolo totale, il colesterolo HDL e i triglicerici. In questi casi potete calcolare il colesterolo LDL mediante la seguente formula:

Colesterolo LDL = Colesterolo Totale - (Colesterolo HDL + (Trigliceridi/5))

Il risultato del calcolo avrà un'attendibilità del 100 per cento nei casi in cui la concentrazione plasmatica dei trigliceridi è inferiore a 300 mg/dl, superato questo valore la formula presenta una leggero errore di precisione.

Calcolo colesterolo LDL

Una volta calcolato il valore sarà utile sapere se è un parametro nella norma, borderline o con un alto rischio per la salute. In linea di massima possiamo dire che un livello di LDL dovrebbe essere nella norma (desiderabile) al di sotto di 100 mg/dl, viene invece considerato vicino o sopra il valore ottimale se è compreso tra 100 e 129 , al limite superiore se si trova tra 130 e 159 e molto al di sopra della norma (quindi potenzialmente pericoloso per la salute) se supera i 190.

Per quanto riguarda i livelli di colesterolo totale il parametro dovrebbe essere inferiore a 190 mg/dl, il livello deve essere inferiore a 160 mg/dl nel caso di individui con malattia cardiaca o ad alto rischio di malattia cardiaca.

Di seguito riportiamo una tabella con i principali parametri di riferimento per il colesterolo:

Colesterolo totale

Inferiore a 190 mg/dl Ideale/Desiderabile
Compreso tra 190 e 239 mg/dl Valore limite
Maggiore di 239 mg/dl Elevato (alto rischio per la salute)

Colesterolo LDL

Inferiore a 70 mg/dl Ideale nei soggetti con un elevato rischio di sviluppare una patologia cardiaca
Compreso tra 70 e 100 mg/dl Ideale in caso di persone senza particolari rischi
Compreso tra 100-159 mg/dl Valore limite
Maggiore di 160 mg/dl Elevato (alto rischio per la salute)

Colesterolo HDL per gli uomini

Maggiore di 39 mg/dl Ideale/Desiderabile
Compreso tra 35 e 39 mg/dl Borderline ma accettabile
Minore di 35 mg/dl Troppo basso

Colesterolo HDL per le donne

Maggiore di 45 mg/dl Ideale/Desiderabile
Compreso tra 40 e 45 mg/dl Borderline ma accettabile
Minore di 40 mg/dl Troppo basso

Trigliceridi

Inferiori a 150 mg/dl Ideali/Desiderabili
Compresi tra 150-200mg/dl Valori limite
Maggiori di 200 mg/dl Troppo elevati

Se dopo aver ritirato il referto delle analisi hai rilevato dei valori al limite, o peggio, troppo elevati, ti potrebbe interessare la scheda con i suggerimenti per abbassare il colesterolo e quella relativa a colesterolo e statine.

Condividi questa pagina

Invia pagina

Approfondimenti sull'argomento

Cerca nel sito

Se non hai trovato quello che ti serve, o vuoi maggiori informazioni, utilizza il motore di ricerca

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook