UniversONline.it

Test allergie bambini negativo? potrebbe essere la LAR - Se il bambino presenta i classici sintomi della rinite allergica ma i test allergici sono negativi potrebbe trattarsi di LAR, una particolare forma di...

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

Test allergie bambini negativo? potrebbe essere la LAR

LAR, Local Allergic Rhinitis (rinite allergica locale)

Se il bambino presenta i classici sintomi della rinite allergica ma i test allergici sono negativi potrebbe trattarsi di LAR, una particolare forma di allergia battezzata Local Allergic Rhinitis (rinite allergica locale). Un team di esperti del Servizio Speciale di Allergologia e Immunologia Pediatrica (Università degli Studi "La Sapienza" - Roma), coordinati da Marzia Duse, ha condotto un'indagine che ha permesso di identificare una nuova forma di rinite, nota con la sigla LAR, che risultava negativa ai test allergologici e di conseguenza non veniva trattata adeguatamente. I risultati dello studio saranno di prossima pubblicazione sull'American Journal Rhinology & Allergy.

Un trattamento adeguato delle allergie in età pediatrica è molto importante, non solo per la qualità della vita del bambino ma anche per la salute in età adulta. Quando un'allergia non è curata bene si può trasformare in un'infiammazione cronica che con il tempo potrebbe portare all'insorgenza di broncopneumopatie. Sopratutto in concomitanza ad altre patologie come l'asma, la rinite allergica è molto insidiosa in quanto ne peggiora la condizione fisica. Marzia Duse, che oltre ad aver coordinato lo studio è anche Direttrice del Servizio di Immunologia e Allergologia Pediatrica del Policlinico Umberto I, spiega che fino ad ora la LAR, che si manifesta con i medesimi sintomi della rinite allergica comune (starnuti, secrezione nasale e naso chiuso), non veniva identificata e il paziente veniva rimandato a casa senza alcuna terapia e nei casi migliori trattata come "rinite non-allergica" (NAR). Questa situazione non permetteva quindi di curare adeguatamente una condizione che con il tempo poteva portare dei peggioramenti nella salute in età adulta.

Gli esperti spiegano che questa, fino ad ora, era un'allergia "nascosta", molti bambini erano costretti a fare numerosi consulti specialistici senza però riuscire a risolvere il problema. Alla fine i piccoli si rassegnavano a convivere con questi sintomi fastidiosi che influiscono considerevolmente sulla loro vita. Sebbene i piccoli presentassero i sintomi della rinite, dopo una prima vista dall'allergologo venivano prescritti alcuni test specifici, come il Prick test (il classico test dove si applicano piccole quantità di allergeni per valutare la sensibilità a determinate sostanze) e il Rast Test (un test sierologico per la ricerca di immugammaglobuline IgE responsabili della reazione allergica), e i risultati erano negativi, la diagnosi finale era quindi che il bambino non era allergico. L'indagine coordinata da Marzia Duse ha portato alla realizzazione di un test eseguito a livello della mucosa nasale che permette di identificare la LAR, un traguardo molto importante per la salute dei bambini in quanto ora possono ricevere una terapia adeguata.

Anna Maria Zicari, coautrice dello studio, spiega che l'otorinolaringoiatria dispone di uno strumento conosciuto come rinomanometro (chiamato a volte impropriamente spirometro del naso) che permette di dosare micro-quantità di IgE presenti nelle secrezioni nasali e di valutare con precisione l'ostruzione nasale. Attualmente il dosaggio nasale degli anticorpi IgE specifici rappresenta l'unico strumento in grado di rilevare questa specifica condizione allergica.

Per il momento non si hanno a disposizione informazioni riguardanti l'incidenza della LAR, questo perché non sono state ancora avviate delle ricerche epidemiologiche in età pediatrica. L'introduzione di questa nuova metodica diagnostica potrebbe rivalutare molti casi di NAR e in futuro si potrà avere un quadro più chiaro dell'incidenza del fenomeno. I risultati dello studio sono però molto importanti perché già da subito si potrà iniziare a trattare adeguatamente i bambini affetti da LAR che in precedenza potevano ricevere solo dei rimedi, non risolutivi, per la rinite non allergica.

Condividi questa pagina

Invia pagina

Approfondimenti sull'argomento

Cerca nel sito

Se non hai trovato quello che ti serve, o vuoi maggiori informazioni, utilizza il motore di ricerca

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook