UniversONline.it

Quale dieta seguire, la classifica delle 10 migliori - Quale dieta è meglio seguire? questa è la domanda che molti si pongono quando vogliono perdere peso, diversa invece è la situazione dove bisogna cambiare...

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

Quale dieta seguire, la classifica delle 10 migliori

Test dieta personalizzata

Quale dieta è meglio seguire? questa è la domanda che molti si pongono quando vogliono perdere peso, diversa invece è la situazione dove bisogna cambiare regime alimentare per via di qualche patologia. In alcuni casi è il medico a dare le indicazioni sull'alimentazione, solitamente in seguito ai risultati delle analisi del sangue o condizioni fisiche che evidenziano degli squilibri nell'organismo. Quando però l'interrogativo parte dalla volontà di rientrare in un indice di massa corporea normale, IMC / BMI compreso tra 18,5-25, la scelta è per lo più personale. Le diete non sono però tutte uguali, alcune funzionano altre invece potrebbero essere addirittura dannose, secondo un'indagine pubblicata su US News and World Report la migliore è la dieta DASH, al quarto posto della classifica (a pari merito con altre) troviamo però anche la dieta Mediterranea.

Un gruppo di esperti ha analizzato 38 dei regimi alimentari più noti, di ognuno di essi sono stati valutati alcuni parametri quali: l'efficacia per la perdita di peso a breve e lungo termine, la facilità nella messa in pratica (alcune diete per essere seguite alla lettera richiedono a volte dei tempi di preparazione molto lunghi che sul lungo periodo demotivano le persone), i possibili rischi e benefici per la salute e infine il costo. Considerando i vari punteggi, nella top 10 globale la migliore risulta essere la dieta DASH , acronimo di Dietary Approaches to Stop Hypertension (in italiano: Approcci Dietetici per Bloccare l'Ipertensione).

La dieta DASH, messa a punto dal National Heart, Lung, and Blood Institute, è stata pensata per i pazienti con ipertensione. Secondo la classifica si rivela però un regime alimentare utile anche per tutte quelle persone che vogliono dire addio ai chili di troppo. La caratteristica principale di questo regime alimentare è quello di limitare il sale complessivamente a 2,3 grammi al giorno, un quantitativo che corrisponde all'incirca a due cucchiaino da caffè. Questo obiettivo può essere perseguito prediligendo alcuni cibi (frutta, verdura, cereali integrali, ecc.) ed evitandone altri (dolci, carne rossa, alimenti confezionati, ecc). Le persone che seguono la dieta DASH non solo quindi abbassano la pressione arteriosa, riescono anche a riportare il colesterolo nella norma e perdono peso.

Secondo alcuni studi la Dash Diet, oltre a contrastare i fattori di rischio cardiovascolare come l'ipertensione, riduce anche l'incidenza di eventi cardiovascolari avversi. Ci sono delle indagini che attribuiscono però un ulteriore beneficio, sembra possa avere un effetto protettivo anche contro la demenza. Tali benefici sono riconducibili ad alcuni alimenti presenti nel regime alimentare: verdure a foglia verde, ortaggi, noci, frutti di bosco, legumi, cereali integrali, pesce, pollame e l'olio d'oliva.

Di seguito riportiamo le 10 diete che hanno ottenuto i punteggi globali migliori:

Dieta Dash (DASH diet)

Punteggio globale: 4,1 su 5 - Perdita di peso: 3,1 su 5 - Effetti sulla salute: 4,8 su 5

Come già accennato precedentemente, questo regime alimentare è stato messo a punto per migliorare le condizioni fisiche dei pazienti affetti da ipertensione. L'aspetto centrale di questa dieta è la limitazione del sale che giornalmente non dovrebbe mai superare i 2,3 grammi. I principi base della dieta DASH sono molto simili a quelli della dieta mediterranea: un incremento del consumo di frutta e verdura a discapito dei cibi ricchi di grassi, sodio e zuccheri.

Dieta della mente (MIND Diet)

Punteggio globale: 4,0 su 5 - Perdita di peso: 3,0 su 5 - Effetti sulla salute: 4,6 su 5

La MIND Diet prevede un regime alimentare che punta a migliorare il benessere del cervello, una dieta potenzialmente in grado di ridurre il rischio di Alzheimer. La parola MIND, che letteralmente vuole dire mente, è l'acronimo di Mediterranean-Dash intervention for neurodegenerative delay. Si tratta quindi di una dieta mediterranea "mista". Se si vuole tutelare la salute del cervello i cibi consigliati sono: verdura, frutti rossi, legumi, pesce e olio d'oliva. La Mind diet, rispetto alla DASH, risulta essere però leggermente meno efficace per quanto riguarda la perdita di peso, richiede inoltre un impegno maggiore da parte di chi la segue.

Tlc diet

Punteggio globale: 4,0 su 5 - Perdita di peso: 3,0 su 5 - Effetti sulla salute: 4,7 su 5

LaTLC (Therapeutic Lifestyle Changes) diet è particolarmente indicata quando si vuole combattere il colesterolo cattivo (noto anche come LDL) e prevenire le malattie cardiovascolari. Chi aderisce a questo regime alimentare non deve mai superare i 200 grammi di grassi saturi al giorno, pari al circa 7 per cento delle calorie giornaliere.

Dieta della fertilità (The Fertility Diet)

Punteggio globale: 3,9 su 5 - Perdita di peso: 2,8 su 5 - Effetti sulla salute: 4,4 su 5

La dieta della fertilità viene spesso consigliata a quelle donne che vogliono restare incinta. Prevede un regime alimentare a base di proteine e vitamine in concomitanza a una discreta attività fisica.

Mayo Clinic diet

Punteggio globale: 3,9 su 5 - Perdita di peso: 3,1 su 5 - Effetti sulla salute: 4,5 su 5

Prima di tutto bisogna stare attenti a non confondere la dieta Mayo Clinic, ideata dall'omonima organizzazione americana, con la dieta Mayo, un regime alimentare molto squilibrato a base di pompelmo e proteine. L'obiettivo della Mayo Clinic diet è quello di modificare progressivamente le abitudini alimentari e gli stili di vita abbandonando le cattive abitudini in favore di quelle buone. Per esempio non bisognerebbe mangiare mentre si guarda la TV perché in questo modo si è portati a ingerire dei quantitativi maggiori di cibo.

Dieta mediterranea

Punteggio globale: 3,9 su 5 - Perdita di peso: 3,0 su 5 - Effetti sulla salute: 4,6 su 5

La dieta mediterranea, almeno in Italia, non avrebbe bisogno di presentazione. Su UniversOnline sono diversi gli articoli che riportano i dati di numerosi studi scientifici che ne hanno comprovato più volte la bontà. Il regime alimentare mediterraneo prevede un apporto quotidiano di circa il 60 per cento di carboidrati (quelli semplici si trovano nei dolci, nei gelati, nelle marmellate, nei frutti dolci, nel latte, ecc, mentre quelli complessi sono presenti sotto forma di amido in pane, pasta, riso, mais, patate, legumi, ecc.) del 15 per cento circa di proteine (presenti in carne, pesce, uova, latticini, cereali e legumi secchi ) e di un 25 per cento di lipidi (presenti in burro, carne, formaggi, ecc). La dieta mediterranea non aiuta solo a per perdere peso ma protegge anche dalle malattie croniche ed è utile nella prevenzione di alcuni tumori.

Weight Watchers diet

Punteggio globale: 3,9 su 5 - Perdita di peso: 3,8 su 5 - Effetti sulla salute: 4,4 su 5

Un regime alimentare per chi vuole perdere peso tenendo conto delle calorie assunte giornalmente. La Weight Watchers diet prevede che quotidianamente si assumano tra le 1200 e le 1300 calorie, le calorie possono essere ripartite liberamente nei vari pasti della giornata, l'importante è che non si salti la prima colazione, il pranzo e la cena.

Dieta flexitariana (Flexitarian Diet)

Punteggio globale: 3,8 su 5 - Perdita di peso: 3,3 su 5 - Effetti sulla salute: 4,2 su 5

Questo particolare regime alimentare offre i benefici di una dieta vegetariana senza dover però rinunciare completamente alla carne. Ben più importante della quantità di carne consumata, è la quantità di alimenti vegetali integrati alla dieta quali: legumi, frutta secca, frutta fresca, verdura e cereali integrali.

Dieta volumetrica (Volumetrics Diet)

Punteggio globale: 3,8 su 5 - Perdita di peso: 3,4 su 5 - Effetti sulla salute: 4,5 su 5

La Volumetrics Diet è una tipologia di dieta basata sul consumo di cibi a bassa densità calorica che, al tempo stesso, offrono un elevato raggiungimento del senso di sazietà. Ci si sente quindi appagati dal pasto,in quanto si è riempito lo stomaco, senza tuttavia eccedere nelle calorie. Alcuni alimenti tipici della dieta volumetrica sono: frutta, verdura, latte scremato, yogurt magro, legumi, prodotti a base di cereali, pasta, riso, carni magre, pesce, cereali per la prima colazione.

Jenny Craig diet (dieta Jenny)

Punteggio globale: 3,7 su 5 - Perdita di peso: 3,5 su 5 - Effetti sulla salute: 4,3 su 5

La dieta Jenny Craig, nota anche come dieta Jenny, è un regime alimentare ipocalorico ideato dalla omonima nutrizionista negli anni '80. Chi sceglie questa dieta deve seguire un menù a base di pasti congelati e liofilizzati e altri cibi ideati e diffusi dalla nutrizionista stessa o, in alternativa, utilizzare le ricette presenti sul sito ufficiale della nutrizionista. I primi risultati della dieta sono evidenti già dopo 28 giorno.

Condividi questa pagina

Invia pagina

Approfondimenti sull'argomento

Cerca nel sito

Se non hai trovato quello che ti serve, o vuoi maggiori informazioni, utilizza il motore di ricerca

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook