UniversONline.it

Caffè tra i rimedi per la disfunzione erettile - Le cause della disfunzione erettile possono essere diverse, in alcuni casi il caffè può però essere un rimedio per l'impotenza maschile

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

Caffè tra i rimedi per la disfunzione erettile

Caffè: rimedi per la disfunzione erettile

Le cause della disfunzione erettile possono essere diverse, in alcuni casi il caffè (e tutte le bevande contenenti caffeina) può però essere un rimedio per l'impotenza maschile. Un gruppo di ricercatori, dell'Health Science Center at Houston dell'Università del Texas, ha scoperto che le bevande contenenti caffeina possono aiutare a ridurre il rischio di disfunzione erettile. I risultati dello studio sono stati pubblicati su PLoS One (Role of Caffeine Intake on Erectile Dysfunction in US Men: Results from NHANES 2001-2004 - DOI: 10 1371 / journal pone 0123547 - Aprile 2015).

David S. Lopez, primo autore dello studio, spiega che in base ai dati raccolti l'assunzione giornaliera di un quantitativo di caffeina compresa tra gli 85 e 170 milligrammi, raggiungibile con 2-3 tazzine di espresso al giorno, può ridurre il rischio di impotenza maschile del 42 per cento rispetto a chi non assume caffeina o ne assume molto poca. Superare il limite di 170 milligrammi giornalieri non da però ulteriori benefici, anzi, si è rilevato che chi assume dai 171 ai 303 milligrammi ha comunque una riduzione del rischio di disfunzione erettile rispetto a chi non assume caffeina, ma l'effetto protettivo scende dal 42 al 39 per cento.

I dati sono frutto di un'indagine che ha coinvolto 3.724 uomini con un età che andava dai vent'anni in su. Tutti i partecipanti hanno compilato dei questionari nei quali dovevano indicare quanto caffè bevevano giornalmente e se consumavano altre bevande contenenti caffeina come ad esempio il tè o la coca-cola. Incrociando le varie informazioni raccolte si è così rilevato che coloro che assumevano quotidianamente più di 85 mg di caffeina presentavano una probabilità molto minore di soffrire di disfunzione erettile. L'effetto protettivo della caffeina rimaneva invariato anche in caso di obesità o ipertensione, si è però constatato che in caso di diabete la caffeina non dava nessun beneficio. David S. Lopez evidenzia che il diabete è uno dei fattori di rischio più importanti per la disfunzione erettile, il dato rilevato non è stato quindi una sorpresa.

Come accennato in precedenza le cause della disfunzione erettile possono essere diverse (psicogene, endocrine, neurogene, vascolari e iatrogene), come è intuibile non tutte le cause hanno la stessa soluzione, alcune cause sono "non modificabili" perché legate a situazioni patologiche, mentre altre sono invece "modificabili" perché legate a fattori comportamentali. Solo una visita andrologica potrà individuare con certezza quali sono le cause che hanno portato alla disfunzione erettile. Chiarito questo aspetto, la caffeina può essere utile in alcuni casi in quanto ha un effetto farmacologico che contribuisce a rilassare alcune arterie dell'organo maschile e la muscolatura liscia che circonda i corpi cavernosi. i dati di questo studio sembrano confermare quanto osservato in una ricerca precedente pubblicata sull'International Journal of Impotence Research: Caffè al ginseng, rimedio naturale per la disfunzione erettile.

Condividi questa pagina

Invia pagina

Approfondimenti sull'argomento

Cerca nel sito

Se non hai trovato quello che ti serve, o vuoi maggiori informazioni, utilizza il motore di ricerca

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook