UniversONline.it

Numero spermatozoi, dieta e concepimento - Se si sta cercando di avere un figlio ma il concepimento non arriva bisogna sapere che anche la dieta può influire sul numero di spermatozoi

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

Numero spermatozoi, dieta e concepimento

Numero spermatozoi, dieta e concepimento

Se si sta cercando di avere un figlio ma il concepimento non arriva bisogna sapere che anche la dieta può influire sul numero di spermatozoi. Per avere una gravidanza basta un solo spermatozoo, si stima però che siano necessari almeno 35 milioni di spermatozoi per avere buone probabilità di rimanere in cinta. Potremo comparare il concepimento a una vincita al super enalotto, c'è chi riesce a vincere, molto raramente, anche con una sola scheda (un solo spermatozoo) ma se si giocano milioni di schedine tutte insieme aumenta la probabilità di vincere/concepire. Stando ai risultati di uno studio Americano condotto presso la Loma Linda University Medical School (California), una dieta esclusivamente a base di verdura e senza l'apporto della carne (in pratica una dieta vegetariana o vegana) può ridurre in modo considerevole il numero degli spermatozoi. La ricerca è stata pubblicata sul Fertility and Sterility journal (Decreased sperm concentration and motility in a subpopulation of vegetarian males at a designated blue zone geographic region - doi: 10 1016 / j fertnstert 2014 07 929 - Ottobre 2014).

Eliza Orzylowska, prima autrice dello studio, spiega che i risultati sono frutto di un'indagine, durata 4 anni, che ha monitorato una particolare comunità che vive nel Sud della California, un gruppo di persone che aderisce alla Chiesa Avventista del Settimo giorno. La Chiesa cristiana avventista del settimo giorno pone particolare attenzione ad uno stile di vita naturale e vegetariano in quanto il fondatore, John Harvey Kellogg, era convinto che la principale causa di tutte le malattie fosse la dieta a base di carne. Se da una parte questo tipo di alimentazione sembra dare dei benefici in termini di longevità, le aspettative di vita delle persone di questa comunità sono infatti maggiori (circa 10 anni in più) rispetto alla media USA, dall'altra sembra possa influire sulla fertilità maschile in quanto il numero di spermatozoi (50 milioni per ml) è inferiore ai parametri medi (70 milioni/ml). Oltre che sul numero di spermatozoi la dieta vegetariana sembra avere effetto anche sulla loro motilità in quanto presentano una mobilità più bassa.

L'esperta evidenzia che pur non essendoci un vero e proprio rischio di infertilità, questo tipo di alimentazione mette a rischio la possibilità di concepire. Confrontando i dati di 443 carnivori con 26 vegetariani e 5 vegani, si è scoperto che la dieta influisce in modo significativo sulla qualità degli spermatozoi. Le diete vegetariane e vegane sono associate a un numero di spermatozoi molto più basso rispetto a chi ha una dieta onnivora, inoltre, nei vegani e vegetariani solo il 33 per cento degli spermatozoi è attivo a fronte di quasi il 60 per cento di chi consuma anche carne.

Condividi questa pagina

Invia pagina

Approfondimenti sull'argomento

Cerca nel sito

Se non hai trovato quello che ti serve, o vuoi maggiori informazioni, utilizza il motore di ricerca

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook