UniversONline.it

Il raffreddore in gravidanza può incrementare il rischio di asma - Il raffreddore in gravidanza, se si presenta diverse volte nell'arco dei nove mesi della gestazione, aumenta il rischio di asma per il bebè

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

Il raffreddore in gravidanza può incrementare il rischio di asma

Raffreddore in gravidanza e rischio di asma

Il raffreddore in gravidanza, se si presenta diverse volte nell'arco dei nove mesi della gestazione, aumenta il rischio di asma per il bebè. Questa è la conclusione di uno studio coordinato da due ricercatrici, Sabina Illi e Erika von Mutius, dell'Università di Monaco. I risultati della ricerca sono stati pubblicate sugli Annals of Allergy, Asthma and Immunology (Perinatal influences on the development of asthma and atopy in childhood - doi: 10.1016 / j anai 2013.11.019 - Febbraio 2014).

Per arrivare a questa conclusione i ricercatori hanno tenuto sotto osservazione 526 bambini dal periodo della nascita fino al compimento del quinto anno. Ulteriori dati sono stati inoltre raccolti sulle mamme dei bambini attraverso una serie di questionari relativi al periodo della gravidanza. Nel 60 per cento delle famiglie scelte per condurre l'indagine almeno un genitore presentava una delle seguenti patologie: asma, febbre da fieno o dermatite atopica.

Secondo alcuni dati dell'American College of Allergy - Asthma and Immunology (Acaai), se entrambi i genitori sono allergici i figli hanno circa il 75 per cento di probabilità di essere allergici a loro volta, la percentuale scende al 30-40 per cento se solo un genitore è allergico e si arriva al 10-15 per cento se nessuno dei genitori è allergico (in quest'ultimo caso l'allergia dipende da fattori ambientali).

I ricercatori tedeschi, analizzando tutti i dati raccolti e tenendo conto di eventuali componenti ereditarie, hanno concluso che ripetuti raffreddori e infezioni virali in gravidanza aumentano considerevolmente il rischio di asma nei bambini. Si è inoltre scoperto che i bambini esposti precocemente ad allergeni (come acari della polvere, pelo di animali domestici, ecc.) presentano un maggior rischio di sensibilizzarsi già prima dei cinque anni di età.

Cosa fare in caso di raffreddore in gravidanza

Se già normalmente è buona regola non affidarsi mai alle cure fai-da-te, in gravidanza questo consiglio è ancora più importante. Se si ha tosse o si prende il raffreddore in gravidanza è sempre meglio rivolgersi al proprio medico prima di assumere dei farmaci (per esempio l'ibuprofene e controindicazioni in gravidanza), in linea di massima l'assunzione di farmaci in gravidanza è sconsigliata perché le sostanze in essi contenuti passano attraverso la placenta e quindi vengono assorbiti anche dal bambino. Ci sono però alcuni farmaci, come il paracetamolo, che possono ridurre la febbre e la sensazione di congestionamento dovuta al raffreddore senza comportare pericoli per il bambino.

Attenzione anche ai rimedi naturali, ci sono tutta una serie di erbe medicinali che sono controindicate in gravidanza. In caso di tosse si può assumere tranquillamente del miele, magari con del latte caldo o della camomilla. Per il raffreddore può essere invece utile fare dei lavaggi nasali con la soluzione fisiologica, un buon modo per espellere il muco e ripulire le vie respiratorie.

Condividi questa pagina

Invia pagina

Approfondimenti sull'argomento

Cerca nel sito

Se non hai trovato quello che ti serve, o vuoi maggiori informazioni, utilizza il motore di ricerca

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook