UniversONline.it

Fare la colazione riduce il rischio di malattie cardiache - Fare la prima colazione è importante per diversi motivi, secondo un recente studio aiuterebbe anche a prevenire una serie di malattie a carico dell'apparato...

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

Fare la colazione riduce il rischio di malattie cardiache

Fare la colazione riduce il rischio di malattie cardiache

Fare la prima colazione è importante per diversi motivi, secondo un recente studio aiuterebbe anche a prevenire una serie di malattie a carico dell'apparato cardiocircolatorio dell'uomo. Un gruppo di ricercatori della Harvard School of Public Health ha scoperto che gli uomini che saltano la prima colazione hanno un rischio maggiore (intorno al 27 per cento) di malattie cardiache. I risultati dello studio sono stati pubblicati sulla rivista scientifica Circulation (Skipping breakfast may increase coronary heart disease risk - Luglio 2013).

Gli autori dello studio spiegano che, in base ai dati raccolti, saltare regolarmente la colazione aumenta il rischio di pressione alta, colesterolo alto e diabete, fattori che possono avere un ruolo cruciale nelle malattie cardiache. Le conclusioni sono frutto di una ricerca condotta tra il 1992 e il 2008 su 26.902 volontari di sesso maschile con un età compresa fra i 45 e gli 82 anni.

Leah E. Cahill, prima autrice dello studio, evidenzia che il gruppo delle persone che saltavano abitualmente la prima colazione aveva un'alta percentuale di individui single, fumatori, consumatori di alcol e con una vita per lo più sedentaria. Nel condurre l'indagine si è però tenuto conto di questi fattori filtrando i risultati per valutare meglio gli effetti della prima colazione sulla salute.

Durante i 16 anni di follow up a 1.572 uomini è stata diagnosticata una patologia a carico dell'apparato cardiocircolatorio (attacchi di cuore, casi di insufficienza cardiaca, ecc.). Leah Cahill spiega che quando l'organismo è a digiuno da molte ore attiva una serie di attività "protettive": fa aumentare a pressione del sangue, i livelli di insulina e il colesterolo. Se dopo svegliati non si mangia, preferibilmente entro un ora, l'organismo è sottoposto a un ulteriore sforzo. Protrarre negli anni questa abitudine (saltare la colazione di mattina) può favorire lo sviluppare di un'insulino resistenza che contribuisce ad incrementare il colesterolo e la pressione sanguigna, fattori che aumentano il rischio di malattie cardiache.

Condividi questa pagina

Invia pagina

Approfondimenti sull'argomento

Cerca nel sito

Se non hai trovato quello che ti serve, o vuoi maggiori informazioni, utilizza il motore di ricerca

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook