UniversONline.it

Non andare a scuola con i mezzi previene le malattie cardiovascolari - Se le distanza lo permettono sarebbe meglio non andare a scuola con i mezzi (autobus, macchina, scooter, ecc.), andare a scuola a piedi aiuterebbe infatti a...

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

Non andare a scuola con i mezzi previene le malattie cardiovascolari

Andare a scuola a piedi previene le malattie cardiovascolari

Se le distanza lo permettono sarebbe meglio non andare a scuola con i mezzi (autobus, macchina, scooter, ecc.), andare a scuola a piedi aiuterebbe infatti a prevenire alcune malattie cardiovascolari da adulti come ad esempio la trombosi. Marco Moia, segretario scientifico dell'Associazione lotta alla trombosi (Alt), evidenzia come si possa fare molto sin da piccoli per limitare alcune malattie che oggi colpiscono sempre più persone. In base agli ultimi dati ben 600 mila italiano, ogni anno, sono colpiti da qualche patologia dell'apparato cardiovascolare (trombosi, infarto, ictus, ecc.).

Prima si inizia a fare prevenzione meglio è, andare ad esempio a scuola a piedi aiuta a ridurre il peso corporeo e migliora la situazione metabolica, un'abitudine che non riduce solo il rischio di malattie cardiovascolari ma aiuta anche a prevenire il diabete di tipo 2. Più volte, in altri articoli di UniversONline, abbiamo evidenziato quanto sia importante muoversi a piedi; una pratica utile non solo per restare in forma, si può infatti dimagrire camminando, ma importante a tutte le età per migliorare la salute generale dell'organismo.

Marco Moia evidenzia che le malattie cardiovascolari sono la prima causa di morte nei paesi industrializzati, per questo motivo è importante iniziare la prevenzione il prima possibile non solo con l'attività fisica ma anche con un'alimentazione equilibrata. Purtroppo, sempre più spesso, ci sono anche altre abitudini negli adolescenti che minano la loro salute da adulti. Oltre a una maggiore attenzione verso l'alimentazione e l'attività fisica bisognerebbe educare le nuove generazioni affinché non incappino in due problemi sempre più diffusi in età adolescenziale: l'alcol e il fumo.

Quando si è giovani non si pensa alle malattie che si potrebbero avere da adulti. Dei comportamenti sbagliati nei primi anni di vita, e nell'adolescenza, possono avere importanti ripercussioni negli anni, per questo è importante iniziare a muoversi fin da piccoli. Ogni bambino dovrebbe fare almeno un'ora al giorno di esercizio fisico. L'attività fisica non deve essere per forza collegata a qualche sport, basta anche correre al parco e, quando possibile, andare a scuola a piedi. Marco Moia spiega che senza una strategia di prevenzione, nei prossimi anni la spesa per le malattie cardiovascolari potrebbe diventare insostenibile per il Sistema Sanitario Nazionale (SSN).

Condividi questa pagina

Invia pagina

Approfondimenti sull'argomento

Cerca nel sito

Se non hai trovato quello che ti serve, o vuoi maggiori informazioni, utilizza il motore di ricerca

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook