UniversONline.it

Gravidanza: depressione post partum nel papÓ - Quando si parla di depressione post partum, erroneamente, si tende a pensare esclusivamente alla neo mamma, il problema della depressione dopo il parto...

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

Gravidanza: depressione post partum nel papÓ

Depressione post partum nel papÓ

Quando si parla di depressione post partum, erroneamente, si tende a pensare esclusivamente alla neo mamma, il problema della depressione dopo il parto interessa per˛ anche il neo papÓ. GiÓ in passato abbiamo trattato l'argomento della depressione post partum del padre, i risultati di una nuova ricerca ripuntano i riflettori su un problema poco studiato fino a qualche tempo fa. Le ultime informazioni sull'argomento arrivano da uno studio australiano, condotto dai ricercatori del Parenting Research Centre di Melbourne, i cui risultati sono stati pubblicati su Social Psychiatry and Psychiatric Epidemiology (Father mental health during the early parenting period: results of an Australian population based longitudinal study - Aprile 2012).

Nel primo anno di vita del bambino quasi un padre su dieci (9,7 per cento) soffre di depressione post partum. Il dato Ŕ molto interessante se si pensa che, stando ai risultati dello studio australiano, supera di poco (9,7 per cento uomini - 9,4 per cento donne) l'incidenza della patologia nelle madri. I padri sembrerebbero avere quindi un rischio leggermente maggiore di depressione post partum.

Per ottenere i nuovi dati gli esperti si sono concentrati su tre gruppi di padri: uno con figli tra 0 e 12 mesi, uno con figli tra i 2 e i 3 anni e infine l'ultimo con figli tra i 4 e i 5 anni. Jan M. Nicholson, uno degli autori dello studio, spiega che dall'indagine Ŕ emerso che i neo papÓ hanno un rischio maggiore (superiore di 1,38 volte) di sviluppare angoscia psicologica rispetto alla media della popolazione maschile adulta. La fascia d'etÓ pi¨ a rischio Ŕ quella sotto i 30 anni, in questo caso l'incidenza della patologia Ŕ superiore del 40 percento rispetto ai padri over 30. Si Ŕ poi scoperto che il 30 per cento dei papÓ che hanno problemi nel primo anno, continua a soffrire di disturbi mentali anche quando i figli crescono.

Pi¨ che nel passato nella societÓ di oggi i compagni sono un sostegno chiave per le neo mamme. I neo papÓ hanno assunto un ruolo pi¨ significativo nella genitorialitÓ, tuttavia, se da un lato viene riconosciuto un loro ruolo sempre pi¨ importante, dall'altro sono troppo vulnerabili per via della mancanza di sonno e della maggiore dose di responsabilitÓ.

Forse molti non sanno che i disturbi dell'umore, che possono portare alla depressione post partum, sono molto pi¨ frequenti della gestosi, del diabete gestazionale, del parto prematuro, ecc., attualmente per˛ troppo spesso vengono sottovalutati dalla medicina e non sono presi nella giusta considerazione dai media e dall'opinione pubblica. Dare il giusto supporto alla coppia potrebbe aiutare a migliorare sensibilmente la salute di tutta la famiglia.

Condividi questa pagina

Invia pagina

Approfondimenti sull'argomento

Cerca nel sito

Se non hai trovato quello che ti serve, o vuoi maggiori informazioni, utilizza il motore di ricerca

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook