UniversONline.it

Dieta e proteine: troppe fanno male alla salute - Una dieta ricca di proteine (dieta iperproteica) può aiutare a perdere velocemente dei chili di troppo ma poi, nel lungo periodo, ne risente l'organismo

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

Dieta e proteine: troppe fanno male alla salute

Dieta e proteine

Una dieta ricca di proteine (dieta iperproteica) può aiutare a perdere velocemente dei chili di troppo ma poi, nel lungo periodo, ne risente l'organismo. L'associazione nazionale dietisti, in occasione del 24° Congresso Nazionale (Verona, Aprile 2012), mette in guardia dalle numerose diete "di moda" che in questo periodo molti sperimentano per ritrovare la linea in vista della stagione estiva.

I dietologi spiegano che l'obiettivo che tutti dovrebbero avere non deve essere la perdita veloce dei chili per l'estate ma una dieta equilibrata da seguire tutto l'anno in modo da non rischiare il tanto temuto effetto yo-yo (noto anche come ciclicità del peso). In Italia ben 4 adulti su dieci sono in sovrappeso e il 20 per cento hanno delle abitudini dietetiche scorrette. In questo periodo dell'anno (primavera) circa il 50 per cento degli italiani decidono di iniziare una dieta ma ben 9 diete su 10 sono troppo drastiche, in quanto si vogliono ottenere dei risultati in poco tempo, e di conseguenza i risultati che si ottengono non sono duraturi e, in alcuni casi, compromettono la salute dell'organismo.

Se si decide di intraprendere un percorso di dimagrimento, il consiglio degli esperti è quello di non affidarsi a diete "fai da te". Non tutte le persone hanno lo stesso metabolismo e per questo motivo bisogna affidarsi a un medico dietologo per individuare e rimuovere le reali cause dell'aumento del peso che, non essendo uguali per tutti, prevedono delle soluzioni differenti.

Se per esempio prendiamo in considerazione una dieta ricca di proteine (dieta iperproteica) è vero che aiuta a perdere velocemente del peso, questo regime alimentare non è però indicato per tutti. Alberto Battezzati, professore associato di fisiologia presso l'università degli Studi di Milano e direttore del Centro Icans per lo studio della composizione corporea, spiega che l'eccesso di proteine mette a rischio la funzionalità renale ed epatica. Le diete iperproteiche (dieta a zona, dieta Mayo, dieta Atkins, dieta a punti, ecc.) portano ad un accumulo dei corpi chetonici nel sangue (chetosi o acetonemia) ma non solo, con questo tipo di dieta ci si può anche imbattere in problemi digestivi quali: crampi, flatulenze, diarrea, stipsi, etc..

In alcuni casi una dieta iperproteica può essere anche usata, per esempio se in ambito sportivo si devono perdere velocemente pochi kg per rientrare in una categoria di peso inferiore. Salvo casi particolari, se si punta a tenere un peso forma nel lungo periodo, meglio quindi non seguire le diete che vanno tanto di moda. Secondo gli esperti, per evitare i chili di troppo basta seguire 10 regole per una dieta sana ed equilibrata:

  1. Il primo consiglio è quello di non saltare mai i pasti, a partire dalla prima colazione che fornisce buona parte dell'energia necessaria per affrontare gli impegni della giornata.

  2. Un altro consiglio che danno gli esperti è quello di non eliminare i carboidrati dalla dieta, inoltre è opportuno consumare almeno 5 porzioni di frutta e verdura ogni giorno.

  3. Se si fanno degli spuntini, al massimo due (metà mattina e pomeriggio), meglio puntare sulla frutta (anche sotto forma di spremuta).

  4. Limitare il consumo di formaggi al massimo 2-3 volte a settimana.

  5. Per un'alimentazione equilibrata bisognerebbe mangiare pesce almeno 2 volte a settimana.

  6. Un altro consiglio, che farà risparmiare anche tempo, è quello di inserire almeno 2-3 volte a settimana, in uno dei pasti principali, un piatto unico. (zuppa di legumi e cereali accompagnati da un contorno di verdura, insalatona con uovo, prosciutto cotto magro o mozzarella o tonno accompagnata da una porzione di pane, pasta o riso freddo condito con verdure, ecc.).

  7. Come condimenti per i primi piatti meglio puntare sui condimenti vegetali (pomodoro, zucchine, melanzane, broccoletti, ecc.) limitando i sughi più ricchi.

  8. Nel corso dello stesso pasto bisognerebbe evitare gli alimenti con uguale funzione nutritiva, per esempio: pasta + pane, carne + formaggio ecc..

  9. Ridurre il consumo di dolci. Occasionalmente si può mangiare un dolce a fine pasto o a colazione, meglio evitarne l'assunzione fuori dai pasti.

  10. Assumere almeno 2 litri di liquidi al giorno evitando, possibilmente, le bevande zuccherate o alcoliche.

Condividi questa pagina

Invia pagina

Approfondimenti sull'argomento

Cerca nel sito

Se non hai trovato quello che ti serve, o vuoi maggiori informazioni, utilizza il motore di ricerca

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook