UniversONline.it

Peso eccessivo in gravidanza e rischio di autismo - Un peso eccessivo in gravidanza sembrerebbe aumentare il rischio di partorire figli con disturbi dello spettro autistico

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

Peso eccessivo in gravidanza e rischio di autismo

Peso eccessivo in gravidanza e rischio di autismo

Un peso eccessivo in gravidanza sembrerebbe aumentare il rischio di partorire figli con disturbi dello spettro autistico, un disturbo caratterizzato da gravi problemi nella comunicazione, nelle interazioni sociali e nel comportamento, i cui sintomi si manifestano entro i primi tre anni di vita del bambino. Secondo quanto scoperto da un gruppo di ricercatori americani, le donne incinta con un indice di massa corporea (IMC o BMI) elevato, che ricade nella fascia dell'obesità, avrebbero il 67 per cento di probabilità in più di partorire figli con forme di autismo e il doppio delle probabilità di dare alla luce bambini con forme di ritardo nello sviluppo. I risultati dello studio sono stati pubblicati sulla rivista Pediatrics (Maternal Metabolic Conditions and Risk for Autism and Other Neurodevelopmental Disorders, Aprile 2012).

Il peso eccessivo non è una condizione ottimale per la gravidanza, altri studi hanno rilevato che le donne che rientrano nella fascia dell'obesità rimangono incinta più difficilmente. L'obesità non è però un problema solo nella fase del concepimento ma anche nelle fasi successive della maternità: l'eccessivo peso della futura mamma è stato messo in correlazione a un rischio maggiore di morte in utero, parti pretermine e danni al feto.

Già era noto il legame fra il peso eccessivo della madre in gravidanza e patologie come il diabete di tipo 2 o diabete gestazionale, con questo nuovo studio, per la prima volta, si è indagato sulla correlazione tra i disturbi dello sviluppo neurologico del feto e le condizioni metaboliche materne. L'indagine ha coinvolto complessivamente 1.004 bambini, con un'età compresa tra i 2 e i 5 anni, di cui 315 arruolati come campione di controllo.

Secondo l'epidemiologa Paula Krakowiak, prima autrice dello studio, i risultati dello studio sono molto importanti se si considera che oltre un terzo delle donne americane in età fertile sono obese e a quasi un decimo, durante la gravidanza, viene diagnosticato il diabete gestazionale. Durante lo studio è stato rilevato inoltre che i bambini autistici di madri diabetiche, rispetto ai bambini con autismo nati però da donne in salute, avevano più disabilità come per esempio deficit nella comprensione linguistica.

In conclusione gli esperti spiegano che, anche se i risultati andranno confermati da ulteriori studi, il fenomeno dell'obesità è preoccupante se si pensa che sempre più persone nei paesi industrializzati, e ultimamente anche in quelli in via di sviluppo, sono in sovrappeso. Per quanto riguarda l'autismo, anche nel caso in cui i dati dovessero essere confermati, i ricercatori evidenziano comunque che si tratterebbe solo di uno dei fattori che contribuiscono allo sviluppo della patologia.

Condividi questa pagina

Invia pagina

Approfondimenti sull'argomento

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook