UniversONline.it

ObesitÓ infantile e abitudini in gravidanza - Lo stile di vita materno durante la gravidanza, in particolar modo le abitudini alimentari, influenzano l'obesitÓ infantile

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

ObesitÓ infantile e abitudini in gravidanza

ObesitÓ infantile e abitudini in gravidanza

Lo stile di vita materno durante la gravidanza, in particolar modo le abitudini alimentari, influenzano l'obesitÓ infantile. Stando a quanto scoperto da un gruppo di ricercatori canadesi dell'UniversitÓ di Montreal, si pu˛ prevedere quali bambini hanno maggiori probabilitÓ di diventare obesi partendo da un'analisi del comportamento delle madri durante il periodo della gestazione. I risultati della ricerca sono stati pubblicati sugli Archives of Pediatric and Adolescent Medicine (Novembre 2011).

Laura Pryor, una delle autrici della ricerca, spiega che l'obesitÓ infantile pu˛ essere predetta a partire dai 3 anni di etÓ dei bambini. In base ai dati raccolti si Ŕ scoperto che i bambini nati da madri che durante il periodo della gravidanza erano in sovrappeso, o avevano l'abitudine al fumo, presentavano una probabilitÓ maggiore di diventare obesi o di essere in sovrappeso.

Per arrivare a questa conclusione gli studiosi hanno esaminato i dati di un precedente studio, sulla crescita e lo sviluppo dei bambini, condotto tra il 1998 e il 2006. I ricercatori si sono concentrati su un campione di 1957 bambini monitorati per otto anni a partire dal quinto mese di vita. Di tutti i bambini annualmente si registravano diversi dati come l'altezza e il peso corporeo. Sfruttando queste informazioni i ricercatori canadesi hanno realizzato una griglia che ha permesso di analizzare lo sviluppo dell'indice di massa corporea dei bambini (BMI). Successivamente i bambini sono stati divisi in tre gruppi: con BMI basso ma stabile, con BMI moderato e bambini con BMI elevato e crescente.

Dall'analisi dei dati Ŕ emerso un aspetto interessante, tutti e tre i gruppi presentavano una curva del BMI pi¨ o meno simile fino ai 2 anni e mezzo. A partire dal terzo anno in poi, per˛, il BMI del gruppo classificato "ad alta crescita" ha incominciato a salire.

Confrontando i dati di tutti i bambini e analizzando il comportamento delle madri, i fattori che hanno influito maggiormente sull'impennata del BMI del terzo gruppo erano fondamentalmente due: il peso della madre durante la gravidanza e la propensione al vizio del fumo. Gli studiosi spiegano che questi due fattori sono rilevanti, anche se non vanno considerati come delle cause dirette, e costituiscono una maggiore probabilitÓ per i bambini di sovrappeso, pi¨ di quanto possano essere altri fattori come per esempio il peso alla nascita.

Condividi questa pagina

Invia pagina

Approfondimenti sull'argomento

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook