UniversONline.it

Vacanze e allergie alimentari - Quando si hanno delle predisposizioni alle allergie e si pianifica un viaggio bisogna preventivare i possibili rischi che potrebbero rovinare la vacanza

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

Vacanze e allergie alimentari

Vacanze e allergie alimentari

Quando si hanno delle predisposizioni alle allergie e si pianifica un viaggio bisogna preventivare i possibili rischi che potrebbero rovinare la vacanza. I pericoli sono diversi, non ci sono solo quelli legati alle allergie alimentari ma anche quelli derivanti dalle punture di insetti (api, vespe, calabroni). Qualche consiglio utile, su come preparasti per un viaggio quando si hanno problemi di allergie, arriva dalla Società Italiana Immunologia e Allergia Clinica (SIAIC).

Gli esperti spiegano che i soggetti con allergie alimentari che si recano in posti esotici corrono i rischi maggiori con vari tipi di frutta "esotica": kiwi, ananas, mango, papaya, avocado; alimenti che hanno delle similitudini molecolari (cross reattività) con il lattice della gomma, elemento a cui una consistente percentuale della popolazione è allergica. Un altro rischio arriva dagli alimenti ittici crudi che, oltre a provocare reazioni allergiche, possono essere infestati da parassiti come l'anisakis. Un genere di nematode parassita, presente in diversi animali marini, che può indurre reazioni allergiche anafilattiche.

Massimo Triggiani, presidente della SIAIC, spiega che ogni stagione ha le sue peculiari forme di allergia, la primavera è notoriamente una stagione da bollino rosso per gli allergici ma anche in estate non bisogna abbassare la guardia. Triggiani evidenzia che anche in vacanza le allergie sono sempre dietro l'angolo ed è bene sapere come evitarle perché alcune reazioni possono anche rivelarsi molto pericolose.

Se si è a rischio di allergie bisogna portare sempre con se antistaminici, cortisonici, sia in compresse che in fiale intramuscolo, e l'autoiniettore d'adrenalina dato in dotazione dallo specialista allergologo a quelle persone che hanno già avuto manifestazioni gravi. Nei casi in cui si è allergici, o si è avuto reazione ad antidolorifici/antipiretici, bisogna ricordarsi di portare con se i farmaci che sono stati consigliati dallo specialista allergologo e non affidarsi al caso o all'improvvisazione.

Condividi questa pagina

Invia pagina

Approfondimenti sull'argomento

Cerca nel sito

Se non hai trovato quello che ti serve, o vuoi maggiori informazioni, utilizza il motore di ricerca

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook