UniversONline.it

Lavarsi troppo le mani - Lavarsi le mani aiuta a prevenire numerose patologie ma in alcune situazioni l'eccessiva igiene potrebbe invece essere negativa per l'organismo

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

Lavarsi troppo le mani

Lavarsi le mani

Lavarsi le mani aiuta a prevenire numerose patologie ma in alcune situazioni l'eccessiva igiene potrebbe invece essere negativa per l'organismo. Se per esempio i bambini giocano in cortile e poi si mettono le mani in bocca non ci sono particolari rischi per i piccoli, anzi, si contribuisce a rendere più forte il loro stomaco. Questa è la conclusione di uno studio coordinato da Sera L. Young della Cornell University di New York (Usa). La ricerca è stata pubblicata su The Quarterly Review of Biology (Giugno 2011 - Why on Earth?: Evaluating Hypotheses about the Physiological Functions of Human Geophagy).

I ricercatori americani si sono concentrati su un comportamento abbastanza comune in una certa età dello sviluppo dei bambini, quando cercano di assaggiare tutto quello che hanno a portata di mano, la geofagia. La pratica della geofagia non riguarda però solo i bambini, esistono alcune popolazioni che anche in età adulta continuano ad ingerire sostanze non commestibili come terra, argilla e gesso. E' partendo proprio da queste popolazioni che gli studiosi hanno condotto le loro indagini.

Grazie alle informazioni raccolte da antropologi, esploratori e missionari, i ricercatori hanno potuto esaminare i dati di oltre 480 culture che praticano la geofagia. I risultati dell'indagine hanno dimostrato che quest'abitudine ha contribuito a creare una sorta di scudo protettivo per lo stomaco.

Di certo i risultati di questo studio non hanno l'obiettivo di incentivare la pratica della geofagia. Se però nostri figli stanno giocando in giardino non c'è bisogno di stargli con il fiato sul collo portandoli a lavarsi le mani ogni qual volta se le sporcano con la terra.

In altre situazioni, al contrario, è importante lavarsi le mani per prevenire diverse patologie. Prima di mangiare, le mani andrebbero sempre lavate dopo essere andati in bagno, dopo un contatto con animali, dopo esser stati sui mezzi pubblici, in ospedale, ecc. Lavarsi le mani aiuta a ridurne la diffusione delle infezioni nelle scuole, negli ospedali e nei principali luoghi di incontro. Una corretta igiene delle mani, secondo l'OMS, riduce l'incidenza delle infezioni gastrointestinali del 30 per cento e di quelle respiratorie del 40 per cento.

Per incoraggiare l'igiene delle mani nelle scuole si è anche pensato ad una campagna "La salute di mano in mano", un'iniziativa voluta dalla Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale (SIPPS) nell'ambito delle iniziative dell'Organizzazione delle Nazioni Unite e dell'UNICEF per la Giornata Mondiale della pulizia delle mani.

Condividi questa pagina

Invia pagina

Approfondimenti sull'argomento

Cerca nel sito

Se non hai trovato quello che ti serve, o vuoi maggiori informazioni, utilizza il motore di ricerca

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook