UniversONline.it

Fertilità maschile: benefici con la vitamina E - Se si hanno delle difficoltà nel concepimento e la gravidanza non arriva non sempre il problema risiede nella fertilità femminile, le cause potrebbero essere...

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

Fertilità maschile: benefici con la vitamina E

Fertilità maschile e vitamina E

Se si hanno delle difficoltà nel concepimento e la gravidanza non arriva non sempre il problema risiede nella fertilità femminile, le cause potrebbero essere anche della fertilità maschile. Grazie ai progressi della medicina le coppie che incontrano delle difficoltà nella procreazione possono ricevere un valido aiuto. In caso di problemi nel concepimento il ricorso alla procreazione assistita non è però sempre necessario, a volte l'ostacolo può essere superato variando il proprio stile di vita e migliorando la propria dieta. Stando ai risultati di una meta analisi (uno studio che analizza i dati raccolti nel corso di diverse ricerche) la fertilità maschile potrebbe migliorare con l'integrazione di antiossidanti, vitamina L e Vitamina E. La ricerca, coordinata da Marian Showell, è stata condotta presso l'Università di Auckland (Nuova Zelanda). I risultati sono stai pubblicati su The Cochrane Library (Gennaio 2011 - Antioxidants for male subfertility. Cochrane Database of Systematic Reviews).

Gli studiosi hanno analizzato i dati, raccolti nel corso di 34 studi, di quasi 3 mila coppie che si erano rivolte a centri specializzati nella fecondazione assistita. Nelle copie prese in esame i problemi di concepimento erano imputabili alla fertilità dell'uomo, in questi soggetti si rilevava una bassa conta degli spermatozoi e bassa motilità degli stessi.

Dall'analisi è emerso un aspetto interessante, gli uomini che integravano nella dieta antiossidanti orali, tra cui la vitamina E, L-carnitina, zinco e magnesio, incrementavano in maniera significativa le chance di concepimento. Secondo gli studiosi, alla base di questo miglioramento potrebbe esserci la capacità degli antiossidanti di combattere i radicali liberi, responsabili dei danni al DNA degli spermatozoi.

Marian Showell spiega che, anche se le conclusioni sono attualmente basate su delle prove limitate, in un programma di fecondazione assistita può essere consigliabile incoraggiare gli uomini ad assumere integratori di antiossidanti per via orale per migliorare le possibilità delle loro partner di rimanere incinte.

Alimenti che contengono Vitamina E

La vitamina E, nota soprattutto per le sue proprietà antiossidanti, è presente in natura in otto forme. Il fabbisogno giornaliero medio di vitamina E dovrebbe essere di 8 mg/die per gli adulti, gli esperti raccomandano però di non scendere sotto i 3 mg per le donne e i 4 mg per gli uomini. Gli alimenti che contengono i quantitativi maggiori di vitamina E sono: oli vegetali (di arachide, di semi di girasole, di germe di grano, di oliva, di albicocche), grano intero e alcuni tipi di frutta secca (mandorle, noci, nocciole). Se si vuole preservare la presenza di tale vitamina negli alimenti bisogna stare attenti a come si conservano e come si cucinano, sia il congelamento che il calore eccessivo e prolungato distruggono la vitamina E.

Condividi questa pagina

Invia pagina

Approfondimenti sull'argomento

Cerca nel sito

Se non hai trovato quello che ti serve, o vuoi maggiori informazioni, utilizza il motore di ricerca

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook