UniversONline.it

Controllo nei e invecchiamento - Solitamente una persona può contare sulla sua pelle dai trenta ai 40 nei, esistono però casi in cui questi arrivano fino a 600

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

Controllo nei e invecchiamento

Controllo nei e invecchiamento

Solitamente una persona può contare sulla sua pelle dai trenta ai 40 nei, esistono però casi in cui questi arrivano fino a 600 e sembrerebbe che queste persone abbiano maggiori possibilità di sviluppare qualche forma di tumore, sia sull'epidermide che in altre zone del corpo. Tuttavia, secondo uno studio del Kings College di Londra, avere molti nei è positivo per la salute in generale. I risultati dello studio, presentati lo scorso novembre (2010), sono stati pubblicati sul Cancer Epidemiology Biomarkers & Prevention Journal.

Attraverso una serie di studi, condotti dai ricercatori dell'ateneo londinese e dalla dottoressa Veronique Bataille (dermatologa all'Hemel Hempstead General Hospital), si è indagato sulla relazione tra numero di nei e caratteristiche fisiche.

In un primo momento si è notato che le persone con più nei sembravano essere meno colpiti dall'invecchiamento della pelle e questa constatazione ha portato a considerare anche altre caratteristiche fisiche. L'ultimo studio ha preso in esame 1200 gemelle eterozigote con un'età compresa tra i 18 e i 79 anni.

I dati di questo studio mostrano che le persone con il numero più elevato di nei hanno densità ossea maggiore, muscoli più forti, meno problemi al cuore e agli occhi, meno rughe e il 50 per cento di possibilità in meno di soffrire di osteoporosi. La causa del collegamento tra nei e salute migliore starebbe nel fatto che le persone con questa caratteristica hanno telomeri più lunghi.

Il telomero è la parte del DNA che si trova alla fine di ogni cromosoma, è composto da sequenze ripetute di DNA ed ha una funzione protettiva atta ad impedire il mutamento cromosomico. I telomeri si accorciano in seguito ad ogni replicazione del cromosoma con il conseguente invecchiamento della cellula e quindi dell'organismo.

Con il tempo i telomeri si accorciano in maniera naturale e la loro riduzione è causa di una serie di effetti negativi sul corpo come l'artrite, la perdita o l'aumento di peso, le rughe, l'assottigliamento dei capelli, l'aumento della pressione sanguigna, il diabete, la diminuzione della vista e dell'udito.

Occorre però ricordare che questi cambiamenti non sono dovuti soltanto alla predisposizione naturale. L'accorciamento dei telometri può essere accelerato dall'abuso di sostanze alcoliche, il fumo, il sovrappeso, lo stress e una dieta sregolata. Infine, anche l'esercizio fisico è stato collegato ad una maggiore lunghezza dei telometri.

Condividi questa pagina

Invia pagina

Ti potrebbe interessare anche:

Articoli di medicina e salute correlati

Cerca nel sito

Se non hai trovato quello che ti serve, o vuoi maggiori informazioni, utilizza il motore di ricerca

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook