UniversONline.it

Rimanere incinta: lo stress riduce le possibilitÓ - Quando si desidera una gravidanza bisognerebbe ridurre al minimo le situazioni di stress per aumentare le probabilitÓ di rimanere incinta

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

Rimanere incinta: lo stress riduce le possibilitÓ

Rimanere incinta: lo stress riduce le possibilitÓ

Quando si desidera una gravidanza bisognerebbe ridurre al minimo le situazioni di stress per aumentare le probabilitÓ di rimanere incinta. Un po' di tensione, in giuste dosi, aiuta a essere dinamici e reattivi, quando per˛ lo stress supera determinati livelli l'organismo ne risente. Lo stress ha diversi effetti collaterali sulla salute, stando ai risultati di uno studio inglese pubblicato sul Daily Mail (Dicembre 2010) lo stress della vita moderna, superati i 25 anni, provoca in una donna su tre la perdita precoce dei capelli. Secondo i risultati di un recente studio condotto dai ricercatori della Oxford University (Gran Bretagna), imparare a riconoscere i primi segnali d'allarme per rallentare il ritmo e ritrovare il nostro benessere potrebbe essere importante anche per aumentare le probabilitÓ di una gravidanza. La ricerca, coordinata dalla dottoressa Cecilia Pyper, Ŕ stata pubblicata sulla rivista Fertility and Sterility (Agosto 2010).

In base ai risultati raccolti, elevati livelli di stress possono ritardare la gravidanza. Per arrivare a queste conclusioni i ricercatori della Oxford University hanno tenuto sotto osservazione 274 donne sane, con un'etÓ compresa tra i 18 ed i 40 anni, analizzato i livelli di adrenalina e cortisolo (due ormoni associati allo stress).

Tutte le donne coinvolte nello studio stavano cercando di rimanere incinta, in maniera naturale, nel periodo dell'ovulazione. Grazie ad un semplice prelievo di saliva i ricercatori erano in grado di rilevare la presenza di particolari ormoni, il cortisolo e l'adrenalina, presenti in maniera significativa nei pazienti stressati. In base ai dati raccolti, alti livelli di adrenalina possono ridurre del 12 per cento la probabilitÓ di concepimento.

Cecilia Pyper spiega che in base ai dati raccolti il cortisolo non sembrerebbe influire sul concepimento. Diametralmente opposte invece le conclusioni relative ai livelli di alfa-amilasi (indicatore dell'adrenalina), in questo caso alti livelli riducono significativamente le probabilitÓ di concepire nei giorni fertili.

Secondo la dottoressa Pyper, alla luce dei risultati raccolti, le coppie che stanno cercando di avere un figlio dovrebbero evitare le situazioni stressanti, in alcuni casi potrebbe essere d'aiuto praticare tecniche di rilassamento come ad esempio lo yoga.

Condividi questa pagina

Invia pagina

Approfondimenti sull'argomento

Cerca nel sito

Se non hai trovato quello che ti serve, o vuoi maggiori informazioni, utilizza il motore di ricerca

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook