UniversONline.it

Sovrappeso, si mangia di più per compensare il gusto - Salute: Si corrono maggiori rischi di essere in sovrappeso, o obesi, se non si riesce a gustare il cibo che si mangia

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

Sovrappeso, si mangia di più per compensare il gusto

Sovrappeso: si mangia di più per compensare il gusto

Si corrono maggiori rischi di essere in sovrappeso, o obesi, se non si riesce a gustare il cibo che si mangia. Secondo un gruppo di ricercatori dell'Oregon Research Institute (Ori), coordinati da Eric Stice, le persone con qualche chilo di troppo, almeno in base al campione esaminato, non riuscirebbero a gustare il cibo che stanno mangiando e per "gustarlo meglio" aumentano le dosi. I dettagli della ricerca sono stati pubblicati sulla rivista Science (Ottobre 2008).

Questa ricerca, sebbene il campione esaminato è unicamente femminile e limitato ad un numero ristretto di persone, sembrerebbe smentire il luogo comune che le persone più in carne sono anche quelle con una maggiore capacità nel godersi il cibo.

Per condurre lo studio, durato circa un anno, sono state assoldate 76 ragazze, 33 adolescenti con un'età compresa tra i 14 e i 18 anni e 43 studentesse universitarie con un'età compresa tra i 18 ai 22 anni. Durante il periodo di osservazione i ricercatori hanno condotto diverse analisi, per esempio, a tutte le volontarie è stato chiesto di mangiare un frappé, nel mentre, i ricercatori tenevano sotto osservazione l'attività cerebrale delle volontarie attraverso la risonanza magnetica. Analizzando i dati raccolti, i ricercatori hanno notato che le ragazze che avevano una minore risposta cerebrale relativa all'assaporamento del frappé erano anche quelle che tendenzialmente avevano qualche chilo di troppo.

I dati ottenuti in questa ricerca sembrerebbero confermare quanto ottenuto in altri studi dove si era esaminato il legame fra un difetto genetico che causa un malfunzionamento dei centri del piacere e il rischio di sovrappeso. Nello specifico, gli studiosi avevano messo in relazione la scarsa reazione cerebrale di fronte ai cibi con il gene responsabile del rilascio di dopamina, il neurotrasmettitore del piacere.

Gli esperti spiegano che alcune persone, a causa di un'alterazione genetica, hanno bisogno di mangiare dei quantitativi maggiori di un determinato alimento prima di ricevere un appagamento culinario. Per esempio, se una persona con dei valori nella media si sente appagata mangiando anche un solo cioccolatino, certe persone che presentano degli scompensi hanno bisogno di mangiare anche cinque cioccolatini per raggiungere lo stesso appagamento della prima.

Anche se saranno necessari ulteriori studi, i risultati ottenuti presso l'Oregon Research Institute confermano che fra le varie cause che portano al sovrappeso e all'obesità ci potrebbe essere anche un difetto genetico legato al senso di soddisfazione tratto dal cibo, alcune persone mangiano di più per compensare questo deficit.

Condividi questa pagina

Invia pagina

Approfondimenti sull'argomento

Cerca nel sito

Se non hai trovato quello che ti serve, o vuoi maggiori informazioni, utilizza il motore di ricerca

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook