UniversONline.it

Il sovrappeso riduce la fertilità maschile - Salute: Molti sanno che il sovrappeso influisce negativamente sulla qualità della vita , pochi però sanno che influisce anche sulla fertilità maschile

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

Il sovrappeso riduce la fertilità maschile

Il sovrappeso riduce la fertilità maschile

Molti sanno che il sovrappeso influisce negativamente sulla qualità della vita aumentando il rischio di patologie come il diabete di tipo 2 e le malattie cardiovascolari, pochi però sanno che influisce anche sulla fertilità maschile. Secondo una ricerca condotta presso l'Università di Abardeen (Scozia), il sovrappeso influenzerebbe negativamente la qualità del liquido seminale riducendo la fertilità maschile. I risultati della ricerca sono stati presentati in occasione del 24° Congresso della Società Europea di Embriologia e Ricerca (Barcellona, Luglio 2008), un evento durante il quale sono stati presentati altri studi come: "La fertilità maschile diminuisce con l'età" e "Gravidanza, attenzione al caffè".

Ghiyath Shayeb, coordinatore della ricerca scozzese, evidenzia che se si è in sovrappeso e si vogliono aumentare le probabilità di gravidanza della propria partner, bisognerebbe iniziare una dieta per dimagrire. L'esperto spiega che la scarsa qualità del liquido seminale potrebbe essere causata dall'accumulo di grasso attorno ai testicoli.

La conclusione degli scienziati è frutto di un'indagine che ha esaminato i dati di oltre 5 mila uomini che si erano rivolti a centri per la fecondazione assistita. Del totale, solo di circa 2 mila si avevano numerose informazioni personali tra le quali anche l'indice di massa corporea. Questi ultimi, sono stati divisi in quattro gruppi, da quelli sottopeso a quelli fortemente sovrappeso, e si sono esaminati i campioni di sperma tenendo in considerazione, oltre all'indice di massa corporea, altri fattori come il consumo di alcool e l'età.

Dopo aver escluso i soggetti che potevano avere dei problemi di fertilità legati ad altri come il fumo, l'abitudine all'alcol, l'età, ecc., hanno esaminato la relazione fra l'indice di massa corporea (IMC) e la qualità del liquido seminale. Dall'analisi è emerso che le persone normopeso, un soggetto che ha un IMC compreso tra 18.5 e 25, avevano una migliore qualità e un maggiore volume del liquido seminale rispetto a chi era in sovrappeso. Gli esperti hanno esaminato anche la mobilità degli spermatozoi. Da quest'analisi, tra i quattro gruppi, non è stato riscontrata nessuna differenza né nella concentrazione né nell'attività dello sperma.

Gli esperti concludono spiegando che se fino ad oggi si potevano avere dei sospetti su un possibile legame fra sovrappeso e fertilità, i risultati raccolti dimostrano inequivocabilmente che l'indice di massa corporea influisce sulla qualità del liquido seminale. Questo fattore deve essere quindi tenuto in considerazione quando si esamina una coppia che presenta delle difficoltà nel concepimento.

Condividi questa pagina

Invia pagina

Approfondimenti sull'argomento

Cerca nel sito

Se non hai trovato quello che ti serve, o vuoi maggiori informazioni, utilizza il motore di ricerca

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook