UniversONline.it

Gatti in casa ed eczema nei bambini - Salute: In alcune situazioni, la presenza di un gatto in casa potrebbe aumentare il rischio di eczema (noto anche come dermatite atopica) nei bambini

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

Gatti in casa ed eczema nei bambini

Gatti in casa ed eczema nei bambini

In alcune situazioni, la presenza di un gatto in casa potrebbe aumentare il rischio di eczema (noto anche come dermatite atopica) nei bambini. Questa Ŕ la conclusione di uno studio condotto da un team di ricercatori dell'UniversitÓ di Dundee (Scozia - GB). I dettagli della ricerca sono stati pubblicati sulla rivista PLoS Medicine (Giugno 2008).

Lo studio, che ha coinvolto 892 bimbi nati in Gran Bretagna e Danimarca, si Ŕ concentrato su un particolare gene chiamato FLG, importante per codificare la filaggrina. Il ruolo della filaggrina Ŕ quello di proteggere la pelle dall'ingresso di organismi infettivi, tossine e allergeni.

I ricercatori hanno notato che alcune varianti del gene FLG smettono di funzionare bene, rendendo la pelle dei bambini pi¨ vulnerabile, se nel primo anno di vita i piccoli sono a contatto con un gatto. Di conseguenza, i bambini hanno un rischio maggiore di sviluppare una dermatite atopica. Gli studiosi dell'UniversitÓ di Dundee, evidenziano che questa situazione si Ŕ notata in particolar modo nei piccoli che nel primo anno di vita sono stati a contatto con dei gatti.

Da tempo i dermatologi sono divisi sul rischio di eczema nei bambini, per esempio, studi precedenti hanno concluso che l'esposizione precoce ai gatti contribuirebbe a ridurre il rischio di eczema. Il nuovo studio inglese sembra invece essere di parere opposto, si sostiene che la combinazione di alcuni fattori ambientali e di altri genetici potrebbe essere la causa dello sviluppo iniziale dell'eczema.

I dati inizialmente in possesso dei ricercatori scozzesi erano troppo limitati, per questo allo studio hanno poi preso parte dei colleghi delle UniversitÓ di Manchester e di Copenhagen. Gli studiosi, oltre a tenere sotto osservazione i piccoli che presentavano una variante genetica del gene FLG, si sono concentrati su fattori ambientali come: presenza di gatti, cani e acari della polvere.

Dopo un'accurata analisi, i ricercatori hanno concluso che la mutazione del gene FLG era associata ad una probabilitÓ doppia di sviluppare un eczema nei primi 12 mesi di vita, ma, se nella casa era presente anche un gatto, il rischio quadruplicava. Nessun particolare problema Ŕ stato invece riscontrato per la presenza di cani in casa o per gli ambienti con molta polvere (ambienti ricchi di acari).

Essendo questo il primo studio che evidenzia un maggiore rischio di eczema per la presenza di gatti, prima di cacciare di casa il proprio gatto meglio pensarci su, magari, se se ne ha la possibilitÓ, gli si fa una casetta in veranda o in giardino. Se invece non ne avete ne vorreste uno, meglio posticipare l'arrivo del nuovo amico.

Un altro fattore che contribuisce all'aumento dell'incidenza dell'eczema Ŕ l'inquinamento. Uno studio condotto su 6.000 bambini, presso l'istituto di Epidemiologia di Monaco, ha concluso che i piccoli che abitano in zone molto trafficate hanno un rischio maggiore del 50 per cento di sviluppare allergie e altre malattie come l'eczema.

Condividi questa pagina

Invia pagina

Approfondimenti sull'argomento

Cerca nel sito

Se non hai trovato quello che ti serve, o vuoi maggiori informazioni, utilizza il motore di ricerca

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook