UniversONline.it

Le favole per bambini stimolano l'apprendimento - Salute: Leggere ad alta voce le favole ai bambini contribuisce a stimolare l'apprendimento

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

Le favole per bambini stimolano l'apprendimento

Leggere ad alta voce le favole ai bambini

Leggere ad alta voce le favole ai bambini contribuisce a stimolare l'apprendimento. Una ricerca coordinata dal pediatra Barry Zuckerman, docente presso la Boston University, ha dimostrato che i figli dei genitori che leggevano ad alta voce le fiabe avevano acquisito delle capacità linguistiche superiori riscontrabili già nei primi anni di scuola. Una marcia in più non soltanto in una maggiore proprietà di linguaggio ma anche nell'imparare a leggere prima degli altri. I dettagli dello studio sono stati pubblicati sugli Archives of Disease in Childhood (Maggio 2008).

I risultati dello studio sono stati commentati positivamente anche da Stefano Vicari, responsabile dell'Unità Operativa Complessa di Neuropsichiatria Infantile dell'Ospedale Bambin Gesù di Roma. Vicari spiega che lo studio americano conferma che la stimolazione linguistica nei primi anni di vita del bambino è fondamentale. Attraverso la lettura ad alta voce delle favole non si stimola solo l'acquisizione del linguaggio, ma, soprattutto il racconto del genitore al bambino, ha un effetto prodigioso in quanto è un mezzo fortissimo di scambio emotivo.

Le conclusioni dello studio americano sono frutto di un'analisi più ampia condotta su ricerche precedenti che avevano l'obiettivo di verificare i benefici della lettura a voce alta. In base ai dati statistici, si rilevò che per addormentare i propri figli i genitori appartenenti ad una classe media erano più inclini a leggere delle favole adottando un metodo più interattivo e coinvolgendoli facendo delle domande sugli avvenimenti del racconto. Sempre secondo i dati statistici, l'approccio dei genitori della classe "operaia" era molto diverso, in questo caso ci si limitava a descrivere semplicemente le figure. I ricercatori rilevarono che gli effetti positivi della lettura erano maggiori quando i genitori coinvolgevano i bambini nella lettura, non solo descrivendo le immagini ma anche facendo riferimento alla vita reale e spiegando loro il significato di parole che non conoscevano.

Stefano Vicari spiega che se il bambino è poco stimolato in quest'età critica, il suo cervello non si svilupperà a pieno. Al contrario, numerosi studi hanno dimostrato che l'iperstimolazione nei primi anni si traduce nello sviluppo di capacità intellettive superiori. Grazie alla lettura delle favole e delle fiabe si hanno ottimi spunti per innescare un certo interesse nei bambini, bisogna però stare attenti, è importante non imporre l'apprendimento e la ripetizione delle parole perché in questo modo si potrebbero ottenere un disinteresse del bambino.

Condividi questa pagina

Invia pagina

Approfondimenti sull'argomento

Cerca nel sito

Se non hai trovato quello che ti serve, o vuoi maggiori informazioni, utilizza il motore di ricerca

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook