UniversONline.it

Quando smettere di fumare? Seguite il ciclo mestruale - Salute: Smettere di fumare non è facile, ma neanche impossibile, a volte tutto dipende dall'attimo in cui si decide di farlo

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

Quando smettere di fumare? Seguite il ciclo mestruale

Quando smettere di fumare

Smettere di fumare non è facile, ma neanche impossibile, a volte tutto dipende dall'attimo in cui si decide di farlo. Sembra che per le donne sia meglio non smettere di fumare nei 14 giorni del ciclo mestruale che precedono l'ovulazione, spegnere l'ultima sigaretta durante questi giorni aumenta il rischio di tornare a fumare. Questa è la conclusione di uno studio condotto da alcuni ricercatori statunitensi dell'Università del Minnesota, i dettagli della ricerca sono stati pubblicati sulla rivista "Addiction Research & Theory".

Sharon Allen, la ricercatrice che ha coordinato lo studio, spiega che gli ormoni sessuali, le cui concentrazioni fluttuanti nelle diverse fasi del ciclo mestruale, potrebbero alterare la velocità di assorbimento della nicotina nel sangue ma non solo, sembra condizionino anche i centri nervosi della dipendenza. Studi precedenti avevano rilevato che le donne fumatrici fumavano di più in corrispondenza di certi giorni del ciclo.

Per condurre lo studio, i ricercatori hanno esaminato 200 fumatrici. 100 di loro dovevano provare a smettere di fumare nella fase follicolare, denominata anche pre-ovulatoria o proliferativa, le altre dovevano invece smettere nella fase luteale del ciclo, quel periodo (solitamente di 14 giorni in un ciclo regolare) che inizia con l'ovulazione e termina con la mestruazione.

A distanza di un mese, il 66 per cento delle donne che avevano smesso di fumare nella fase luteale del ciclo aveva ripreso il vizio delle sigarette, si è però rilevata una percentuale sensibilmente più alta nelle donne che avevano smesso nella fase follicolare. Ben l'86 per cento delle fumatrici che avevano provato a perdere il vizio del fumo nel periodo pre-ovulatorio avevano ripreso a fumare.

Sebbene i ricercatori spiegano che bisognerà condurre ulteriori studi per comprendere meglio questi meccanismi biologici, evidenziano che è molto probabile che gli ormoni sessuali femminili agiscano sul cervello influenzando l'esito degli sforzi per abbandonare il vizio del fumo.

Condividi questa pagina

Invia pagina

Approfondimenti sull'argomento

Cerca nel sito

Se non hai trovato quello che ti serve, o vuoi maggiori informazioni, utilizza il motore di ricerca

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook