UniversONline.it

Diabete, insulina e peso, rischi per le donne che riducono la dose - Salute: Diminuire la dose di insulina, questo è quello che fanno alcune donne diabetiche che temono di aumentare di peso, un'iniziativa presa senza...

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

Diabete, insulina e peso, rischi per le donne che riducono la dose

Diabete, insulina e peso

Diminuire la dose di insulina, questo è quello che fanno alcune donne diabetiche che temono di aumentare di peso, un'iniziativa presa senza consultare il proprio medico che può risultare addirittura mortale. Sebbene un eccesso d'insulina si traduce in un aumento di peso, e al contrario una diminuzione dell'insulinemia si traduce con una perdita di peso, non c'è niente di più sbagliato di autoregolarsi la dose che è stata prescritta dal medico. La correlazione tra mortalità delle donne diabetiche e l'autoregolamentazione dell'insulina è stata esaminata nell'ambito di uno studio del Joslin Diabetes Centre di Boston (Usa). I risultati dello studio americano sono stati diffusi dall'associazione scientifica Diabete Italia (Marzo 2008).

Se si modificano i dosaggi di insulina prescritti dal proprio medico si possono causare seri problemi ai reni, inoltre, le aspettative di vita possono diminuire anche di 10 anni. L'aumento improvviso di peso, nella maggior parte delle volte, non può essere addebitato esclusivamente all'insulina. I diabetici non devono sottovalutare l'importanza dell'insulina, una corretta terapia insulinica è necessaria per tenere la glicemia sotto controllo. Il modo più efficace per tenere sotto controllo l'aumento di peso è invece una dieta equilibrata e soprattutto l'attività fisica che, come detto più volte, non per forza vuol dire andare in palestra ma basterebbe anche una bella camminata a passo sostenuto.

Lo studio condotto dai ricercatori di Boston ha esaminato 234 donne colpite da diabete di tipo 1. Dall'indagine è emerso che le pazienti che avevano ridotto la loro dose di insulina sono andate incontro a un alto rischio di mortalità e a più problemi ai reni e ai piedi, rispetto a quelle che avevano assunto la dose corretta. Gli autori della ricerca hanno spiegato che in base ai dati raccolti si è osservato che molte donne, per paura dell'ipoglicemia e dell'aumento di peso, riducevano le dosi di insulina che il medico prescriveva. Proprio in queste donne che avevano ridotto la quantità del farmaco prescritto si registrava una diminuzione della vita media, 45 anni contro i 58 anni delle donne che assumevano le dosi prescritte.

In una delle fasi iniziali della ricerca tutte le donne hanno compilato un questionario. Fra le varie domande una chiedeva esplicitamente se si assumevano le dosi prescritte di insulina, ben 71 donne (il 30 per cento dell'intero campione) aveva dichiarato di assumere meno insulina.

Da un'analisi più attenta dei dati raccolti si è potuto osservare che molte delle pazienti poi decedute avevano dei disturbi del comportamento alimentare. In base anche ad altri studi, si è potuto osservare che rispetto alla media, le donne con diabete di tipo 1 possono sviluppare dei disordini del comportamento alimentare. Ala luce di questi dati è quindi importante che il personale medico e paramedico prenda in considerazione anche questo aspetto affinché le pazienti possano ricevere tutto l'aiuto di cui hanno bisogno, non solo farmacologico ma anche psicologico.

Condividi questa pagina

Invia pagina

Approfondimenti sull'argomento

Cerca nel sito

Se non hai trovato quello che ti serve, o vuoi maggiori informazioni, utilizza il motore di ricerca

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook