UniversONline.it

SIDS, Morte in culla e ciuccio - Salute: La SIDS (Sindrome della morte improvvisa del lattante), conosciuta anche come Morte in culla, ogni anno uccide circa 300 bambini nella fascia di età...

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

SIDS, Morte in culla e ciuccio

SIDS: Morte in culla e ciuccio

La SIDS (Sindrome della morte improvvisa del lattante), conosciuta anche come Morte in culla, ogni anno uccide circa 300 bambini nella fascia di età compresa tra i 0 e i 12 mesi con un picco massimo tra il secondo e il quarto mese. Durante un convegno tenutosi a Milano sulla SIDS, si è parlato dell'efficacia del ciuccio nel prevenire i casi di Morte in culla. Già in passato avevamo trattato questo argomento e si era evidenziato che sebbene il ciuccio interferisce con l'allattamento può avere un'azione preventiva, fino al 60 per cento, della sindrome da morte improvvisa.

In che modo si riesce a prevenire la Sindrome della morte improvvisa del lattante? In base ai dati raccolti si è notato che il ciuccio favorisce la respirazione attraverso la bocca durante il sonno. Il consiglio è quindi quello di far addormentare i bambini, soprattutto nei primi mesi di vita quando la sindrome è più frequente, con il ciuccio. Purtroppo sulla SIDS non si hanno ancora molte informazioni sulle cause scatenanti, ci sono diversi studi che danno la colpa al fumo passivo ma sulla questione rimangono ancora molti punti oscuri. In base alle statistiche la SIDS è responsabile del 40 per cento delle morti del periodo post-parto.

Raffaele Piumelli, responsabile del Centro per lo studio e la prevenzione della morte improvvisa presso l'Azienda Ospedaliera dell'Universitaria Anna Meyer di Firenze, ha spiegato che con la SIDS si indicano tutte quelle morti improvvise di un bimbo sotto l'anno di età apparentemente sano che rimangono non spiegate anche dopo l'esecuzione di un adeguato esame post-mortem.

Peter Weiss, vice presidente dell'International Children's Medical Research Association (Icram), ha spiegato che sebbene le cause delle morti non sono tuttora chiare, numerosi studi hanno portato all'identificazione di poche e semplici regole per ridurre i rischio di SIDS, l'uso del ciuccio è una delle più recenti.

L'efficacia del ciuccio nel prevenire la Sindrome della morte improvvisa del lattante è stata dimostrata in uno studio statunitense pubblicato nel 2005. Piumelli da però un consiglio importante, sebbene il ciuccio si è dimostrato efficace contro la SIDS sarebbe preferibile utilizzarlo dopo il primo mese di vita, periodo in cui cresce il rischio della Sindrome e l'allattamento materno è già avviato. In questo modo si evitano interferenze con l'allattamento al seno che, oltre ai molteplici benefici, aiuta a ridurre la mortalità neonatale.

Grazie ad una corretta informazione è possibile ridurre notevolmente il numero di morti in culla, per proteggere i piccoli bisogna seguire cinque regole doro. Per prima cosa è importante coricare il bambino di schiena, su un materasso rigido e senza cuscino tradizionale, evitando inoltre di utilizzare lenzuola gommose o plastificate. E' importante tenere al fresco il neonato, la temperatura ideale è tra i 18 e i 20 gradi. Evitate di fumare nel periodo della gravidanza, evitate anche il fumo passivo sia nel periodo della gestazione che dopo la nascita. Infine, non fate dormire il piccolo nel lettone e nel primo anno di vista date sempre il ciuccio al neonato quando lo mettete a dormire.

Condividi questa pagina

Invia pagina

Approfondimenti sull'argomento

Cerca nel sito

Se non hai trovato quello che ti serve, o vuoi maggiori informazioni, utilizza il motore di ricerca

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook