UniversONline.it

Fumo passivo, effetti e danni sulla salute - Salute: Chi fuma, generalmente, è consapevole del rischio che corre ed è direttamente responsabile delle conseguenze per la sua salute, purtroppo però, con...

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

Fumo passivo, effetti e danni sulla salute

Fumo passivo: effetti e danni sulla salute

Chi fuma, generalmente, è consapevole del rischio che corre ed è direttamente responsabile delle conseguenze per la sua salute, purtroppo però, con il fumo passivo, danneggia anche la salute delle persone che stanno vicino. Già da tempo si è appurato che il fumo passivo danneggia anche le persone vicine ai fumatori, ora si hanno anche dei dati e delle immagini utili a rilevare l'entità del danno.

I risultati dello studio, condotto dai ricercatori dell'università della Virginia (Charlottesville) e dell'ospedale pediatrico di Filadelfia (Pennsylvania), sono stati presentati in occasione del convegno annuale della Radiological Society of North America (RSNA) (Chicago, Novembre 2007).

Il fumo passivo è considerato una minaccia per la salute pubblica, per questo motivo le istituzioni hanno intrapreso una serie di azioni volte a diminuire le conseguenze del fumo sui non fumatori associato a molte malattie come: asma, bronchite cronica, tumore al polmone, ecc.. Fino ad ora, anche se i dati che documentavano gli effetti non mancavano, non vi erano degli strumenti che consentissero di rilevare l'entità del danno.

Il ricercatore Chengbo Wang, fisico del Dipartimento di radiologia del Children's Hospital di Philadelphia e coordinatore dello studio, durate la presentazione della ricerca ha spiegato che grazie all'ausilio di una particolare tecnica di risonanza magnetica si sono ottenute delle immagini che hanno permesso di osservare direttamente i danni fino ad oggi ipotizzati.

Per condurre lo studio sono stati esaminati 60 adulti con un'età compresa tra 41 e 79 anni. I partecipanti sono stati divisi in tre gruppi, uno era costituito da fumatori o ex fumatori, in un gruppo c'erano le persone che non avevano mai fumato mentre nell'ultimo c'erano gli individui non fumatori ma che erano esposti ad alti livelli di fumo passivo (persone che avevano convissuto a stretto contatto per almeno 10 anni con un fumatore).

A tutti i pazienti è stato fatto inalare un preparato contenente elio-3, un marker che ha permesso ai ricercatori di seguire il tragitto del gas nelle vie aeree grazie ad una particolare risonanza magnetica. Sfruttando questa tecnica, gli esperti, sono riusciti a valutare la struttura polmonare a livello microscopico identificando i cambiamenti anche minuscoli causati dall'esposizione al fumo. L'indagine ha rilevato, nei non fumatori esposti a lunghi periodo di fumo passivo, la presenza di variazioni strutturali dei polmoni simili a quelle trovate nei fumatori.

In circa un terzo degli individui esposti al fumo passivo, la miscela viaggiava nei polmoni più rapidamente rispetto alle persone non esposte al fumo passivo. Una condizione riconducibile ad un principio di enfisema, analogo a quello dei fumatori, causato da un'alterazione della struttura polmonare.

Il fumo passivo non va quindi sottovalutato soprattutto se negli ambienti dove si fuma ci sono dei bambini. Oltre alle malattie più conosciute come asma e tumore al polmone, alcuni studi (American Journal of Medicine, 2007) hanno dimostrato che l'esposizione al fumo passivo durante la gravidanza o l'infanzia è associata ad un aumentato rischio di psoriasi.

Condividi questa pagina

Invia pagina

Approfondimenti sull'argomento

Cerca nel sito

Se non hai trovato quello che ti serve, o vuoi maggiori informazioni, utilizza il motore di ricerca

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook