UniversONline.it

Allattamento materno - Salute: L'allattamento al seno è particolarmente importante per la salute della mamma e del neonato ma, a volte, non se ne conoscono gli effettivi benefici e...

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

Allattamento materno

Allattamento materno

L'allattamento al seno è particolarmente importante per la salute della mamma e del neonato ma, a volte, non se ne conoscono gli effettivi benefici e si sottovaluta questa pratica sostituendola con il latte artificiale. In questi giorni (1 - 7 ottobre 2007) ricorre anche in Italia la settimana per l'allattamento al seno (Sam), un evento organizzato per la prima volta a livello internazionale nel 1992. L'evento è organizzato ogni anno dall'Unicef e dai suoi partner, tra cui la World Alliance for Breastfeeding Action (Waba) e l'Organizzazione mondiale della sanità, per sensibilizzare l'opinione pubblica e far crescere la consapevolezza del significato dell'allattamento al seno per lo sviluppo del bambino.

Il latte materno ha molteplici benefici, alcuni sono legati direttamente alle proprietà del latte della mamma altri sono invece riconducibili agli aspetti fisici emozionali relativi al processo dell'allattamento naturale. Quest'anno, si promuove l'azione di porre il neonato sul petto entro un'ora dal parto e di continuare ad allattarlo per i sei mesi successivi al parto.

Alcuni studi scientifici hanno dimostrato che l'allattamento entro la prima ora dopo il parto contribuisce a diminuire la mortalità neonatale. Se tutte le donne iniziassero l'allattamento entro la prima ora dopo il parto, e continuassero ad utilizzare esclusivamente il latte materno per i sei mesi successivi, circa un milione di morti neonatali potrebbero essere evitate ogni anno in tutto il mondo.

Il latte umano fornisce, infatti, un apporto nutrizionale ottimale per la crescita e lo sviluppo. I primi 4-6 mesi di vita sono caratterizzati da una crescita molto rapida, in particolare del cervello, e la composizione degli aminoacidi e degli acidi grassi del latte materno è particolarmente adatta a soddisfare queste esigenze.

Il latte materno contiene inoltre agenti antibatterici e di prevenzione delle infezioni, tra cui le immunoglobuline, che rivestono un ruolo importante per lo sviluppo del sistema immunitario.

Il latte materno contiene i nutrienti necessari affinché il neonato cresca in buona salute: è ricco di anticorpi ed enzimi, è facilmente assimilabile, costantemente alla temperatura ideale, sempre reperibile e gratuito. Inoltre, l'allattamento naturale ha effetti benefici anche sulla salute delle madri, ne agevola il recupero fisico dopo il parto e riduce la probabilità che si sviluppino alcune malattie come l'osteoporosi, il cancro alle ovaie e la depressione post-parto.

L'allattamento al seno, inoltre, è una delle forme di interazione affettiva fra madre e figlio che è alla base dello sviluppo della personalità del bambino e della sua capacità di apprendere.

Il latte materno è sconsigliato solo in rari casi come per esempio in presenza di agalattia (parziale o totale assenza di secrezione lattea durante il periodo dell'allattamento), di malformazioni del seno, di capezzolo retroverso, in caso di patologie infettive materne, ad esempio tubercolosi non curata oppure di radio o che mio terapia o se la mamma è alcolizzata o tossicodipendente. L'allattamento naturale è sconsigliato anche in caso di malattie infettive del neonato, se però il bambino soffre di grave iperbilirubinemia l'allattamento viene interrotto per un certo periodo e poi ripreso; l'allattamento è poi sconsigliato in caso di gravi malattie fetali come la fenilchetonuria o la galattosemia.

Condividi questa pagina

Invia pagina

Approfondimenti sull'argomento

Cerca nel sito

Se non hai trovato quello che ti serve, o vuoi maggiori informazioni, utilizza il motore di ricerca

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook