UniversONline.it

Rollare le sigarette rende il fumo più cancerogeno - Salute: Rollare le sigarette espone i fumatori a un maggiore rischio, rispetto alle sigarette industriali, di contrarre il cancro ai polmoni

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

Rollare le sigarette rende il fumo più cancerogeno

Sigarette più cancerogeno se rollate

Rollare le sigarette espone i fumatori a un maggiore rischio, rispetto alle sigarette industriali, di contrarre il cancro ai polmoni. Questa è la conclusione di uno studio condotto da un gruppo di ricercatori del Sorlandet Hospital (Norvegia) i cui risultati sono stati presentati in occasione della World Conference on Lung Cancer di Seul (Settembre 2007).

In base ad un'indagine, la Norvegia è risultata essere il paese occidentale con la più alta percentuale di sigarette rollate (sigarette fatte a mano). Si stima che un terzo dei fumatori norvegesi preferisca il fai da te alla sigaretta già confezionata.

Lo studio ha esaminato l'anamnesi di 333 pazienti affetti da tumore ai polmoni constatando che oltre l'80 per cento di essi fumava prevalentemente sigarette fatte a mano. Heidi Rolke, responsabile dello studio, ha spiegato che in base ai dati raccolti si è constatato che i fumatori di sigarette fatte a mano, anche se fumano di meno e hanno alle spalle meno anni da fumatori, presentavano maggiori problemi di salute.

Anche se una sigaretta rollata ha effettivamente meno tabacco, ha una quantità maggiore di nicotina e aspartame, inoltre, spesso vengono fumate senza filtro e questo le rende ancora più pericolose rispetto alle sigarette confezionate.

Un'indagine italiana che aveva esaminato il quinquennio 2000-2005 rilevò che anche in Italia l'abitudine di rollare le sigarette era in forte crescita. Secondo i dati raccolti, in cinque anni l'acquisto di tabacco sfuso è cresciuto dell'85,7 per cento, un'abitudine in voga prevalentemente fra i ragazzi spinti da fattori economici in quanto ha un costo inferiore rispetto alle sigarette già confezionate.

Questa non è la prima volta che si mette a confronto la diversa nocività fra il tabacco sfuso e quello delle sigarette già confezionate. Uno studio condotto dal Dipartimento per la salute inglese accertò che le principali marche di tabacco sfuso contenevano ingredienti molto più nocivi delle sigarette. I ricercatori, commentando i dati ottenuti, spiegarono che i produttori di tabacco sfuso non erano vincolati da nessuna legge e quindi non dovevano rispettare i valori massimi imposti invece a chi produce sigarette confezionate.

Alcune persone potrebbero avere delle perplessità verso questi studi. Rollare le sigarette porta a consumare meno tabacco e di conseguenza meno guadagni per i produttori, lo scetticismo che a volte si ha verso determinare ricerche è quindi comprensibile. Bisogna però considerare che fumare è sempre nocivo per la salute e anche se alcuni vogliono essere liberi di "farsi del male", tutte le complicazioni legate a fumo, prime fra tutte il cancro ai polmoni, ricadono sul sistema sanitario nazionale e quindi anche sui cittadini che non fumano.

Condividi questa pagina

Invia pagina

Approfondimenti sull'argomento

Cerca nel sito

Se non hai trovato quello che ti serve, o vuoi maggiori informazioni, utilizza il motore di ricerca

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook