UniversONline.it

Rimanere incinta, più chance mangiando gelato - Salute: Mangiare un gelato, alla crema o alla frutta, potrebbe dare maggiori possibilità di rimanere incinta

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

Rimanere incinta, più chance mangiando gelato

Rimanere incinta: più chance mangiando gelato

Mangiare un gelato, alla crema o alla frutta, potrebbe dare maggiori possibilità di rimanere incinta. Gli stessi benefici, oltre che mangiando dei gelati, si possono ottenere anche bevendo del latte intero. Al contrario, invece, i latticini light diminuiscono le chance di rimanere incinta. Yoghurt e latte scremato aiutano a mantenere la linea ma possono creare qualche problema di fertilità ostacolando l'ovulazione. Questa è la conclusione di uno studio, pubblicato sulla rivista Human Reproduction (Febbraio 2007), condotto presso il dipartimento di nutrizione dell'Harvard School of Public Health di Boston.

I ricercatori, analizzando i dati raccolti, hanno constatato che le donne che consumano giornalmente almeno un bicchiere di late ad alta percentuale di grassi, o un suo derivato, riducono del 27 per cento il rischio di infertilità per mancanza di ovulazione rispetto a quelle che li assumono solo una volta a settimana o anche meno. Fra tutti gli alimenti caseari esaminati, il gelato è in assoluto l'alimento che da i maggiori benefici se si vuole rimanere incinta, al contrario, chi esagera con latte e latticini light, consumandone almeno una porzione al giorno, ha un aumento del rischio di infertilità legato alla mancanza di ovulazione.

Jorge Chavarro, coordinatore di questo studio, evidenzia l'importanza di questi risultati e chiede che vengano fatte maggiori ricerche sul legame tra latticini e fertilità. Questo suggerimento assume un peso rilevante se si considera che attualmente le linee guida alimentari americane consigliano alla popolazione adulta di consumare tre o quattro porzioni di latte o latticini a basso contenuto di grassi al giorno, un consiglio che potrebbe essere deleterio per quelle donne che cercano di rimanere incinta.

Lo studio che ha messo in relazione i latticini con la fertilità è durato otto anni ed ha coinvolto 18.555 donne tra i 24 e i 42 anni. Dell'intero campione, 438 avevano avuto problemi di ovulazione (infertilità anovulatoria). Incrociando i dati con i questionari compilati ogni due anni sulle loro abitudini alimentari, i ricercatori hanno constatato che vi era un legame diretto tra il disturbo legato all'ovulazione e il consumo di latte scremato e latticini light.

Il consiglio dato dai ricercatori alle aspiranti mamme è quello di modificare la dieta, sostituendo latte e latticini light con quelli ad alto contenuto di grassi, stando però attente a non consumare altri alimenti ricchi di grassi. Una volta incinta, si dovrebbe riprendere ad assumere latte e derivati light.

Condividi questa pagina

Invia pagina

Approfondimenti sull'argomento

Cerca nel sito

Se non hai trovato quello che ti serve, o vuoi maggiori informazioni, utilizza il motore di ricerca

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook