UniversONline.it

A dieta una ragazza su due sotto i 25 anni - Salute: Quasi il cinquanta per cento delle ragazze con un'età compresa fra i 18 e i 25 anni ha seguito una dieta per perdere peso nel corso dell'ultimo anno,...

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

A dieta una ragazza su due sotto i 25 anni

A dieta una ragazza su due sotto i 25 anni

Quasi il cinquanta per cento delle ragazze con un'età compresa fra i 18 e i 25 anni ha seguito una dieta per perdere peso nel corso dell'ultimo anno, una tendenza preoccupante che delinea un problema diffuso legato principalmente ad una disinformazione generale nel campo dell'alimentazione. Il metodo migliore per porre un freno a questo fenomeno, e con il tempo iniziare una regressione, è quello di intraprendere delle azioni mirate per le famiglie e per le scuole fornendo una corretta informazione sui modelli di riferimento.

La Coldiretti, commentando i dati del quarantesimo rapporto annuale del Censis sulla situazione sociale del paese, ha evidenziato che nell'ultimo anno il 35,4 per cento degli italiani ha seguito una dieta, autonoma o con dietologo, una percentuale che cresce fino al 45,9 per cento se si estrapolano i dati riguardanti le più giovani. L'organizzazione sottolinea che dall'analisi di questi dati risulta evidente la necessità di aumentare l'impegno per educare le giovani generazioni alla conoscenza dei cibi e alla sana alimentazione, per raggiungere questo traguardo occorre intervenire nelle scuole, nella comunicazione televisiva e nelle famiglie, solo in questo modo si potrà dare un'informazione più completa sui cibi in vendita e con il tempo modificare le abitudini di consumo sbagliate che negli anni si sono diffuse anche nel nostro paese.

L'indagine del Censis conferma che fra le donne si è radicata sempre più un'immagine di canoni estetici dettati dalla televisione, una situazione che ha portato un diffuso desiderio di migliorare il proprio aspetto fisico arrivando in certi casi a degli eccessi che provocano seri danni. Nella televisione si vedono quasi esclusivamente corpi di donne giovani e in apparenza senza difetti (luci di scena e trucco riescono a migliorare di molto l'aspetto fisico), una situazione che in certi casi può influenzare in maniera negativa alcune ragazze più vulnerabili che si trovano nella fase conclusiva del proprio percorso di maturazione.

La Coldiretti, grazie anche al progetto "Educazione alla Campagna Amica", vuole contribuire attivamente alla responsabilizzazione delle Istituzioni e delle forze sociali affinché si possa intervenire efficacemente nelle scuole coinvolgendo centinaia di migliaia di alunni di elementari e medie che riceveranno il diploma onorario in "educazione alimentare".

L'obiettivo è quello di favorire la conoscenza dal campo alla tavola dei cibi, la diffusione dei prodotti territoriali e di stagione nelle mense e la presenza nelle scuole italiane di macchinette automatiche dove sia possibile acquistare frutta fresca, disidratata o spremute senza aggiunte di zuccheri o grassi come alimento rompi-digiuno per una merenda sana.

Condividi questa pagina

Invia pagina

Approfondimenti sull'argomento

Cerca nel sito

Se non hai trovato quello che ti serve, o vuoi maggiori informazioni, utilizza il motore di ricerca

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook