UniversONline.it

Le allergie colpiscono sempre più persone - Salute: Se le allergie continueranno a crescere con un ritmo del 4-5 per cento annuo, fra 20 anni la metà dei bambini ne saranno affetti

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

Le allergie colpiscono sempre più persone

Allergie: colpiscono sempre più persone

Se le allergie continueranno a crescere con un ritmo del 4-5 per cento annuo, fra 20 anni la metà dei bambini ne sarà affetta. Questa e altre cifre sono state esposte dall'allergologo Giorgio Walter Canonica, direttore dell'Istituto di Malattie Respiratorie dell'Università di Genova.

Attualmente le allergie interessano circa 3 milioni di italiani, sempre più colpiti sono i bambini, secondo le statistiche un terzo dei piccoli sopra i sei anni sono affetto da qualche forma allergica. L'aumento di questo tipo di patologie non risparmia neanche gli anziani, in questa fascia d'età si riscontrano dei picchi di incidenza relativi alla rinite allergica che affligge tra il 15 e il 20 per cento della popolazione Europea.

La rinite è caratterizzata dalla presenza di diversi sintomi, gli esperti hanno spiegato che il 99,2 percento degli asmatici presenta i sintomi della rinite, di questi circa il 72 per cento presentano almeno 4 diversi sintomi che la caratterizzano come: starnuti frequenti, naso chiuso o intasato, lacrimazione, prurito.

Giorgio Walter Canonica ha spiegato che molto spesso, circa nel 77 per cento dei casi, asma e riniti allergiche sono spesso correlate, chi ha una rinite allergica ha un rischio otto volte superiore di sviluppare asma. Inquinamento e tipo di alimentazione sono fra le principali cause di una diffusione sempre più ampia di varie forme allergiche. L'esperto ha spiegato che un aumento dell'incidenza della rinite è legato in particolar modo a un'insieme di fattori come il tempo passato in ambienti spesso umidi e caldi che favoriscono la proliferazione di acari della polvere e altri allergeni, inoltre si vive in un ambiente molto "protetto" che non consente al sistema immunitario di svilupparsi adeguatamente.

Se in alcuni pazienti, circa il 19,4 per cento, i sintomi allergici si fanno sentire in maniera consistente nell'arco di tutto l'anno, nel 36,1 per cento si acuiscono in particolar modo solo in certe stagioni come ad esempio la primavera. Spesso i sintomi hanno delle ripercussioni sulla vita delle persone come compromissione del riposo notturno e una diminuzione della capacità di concentrazione.

Un consiglio che è stato dato dall'esperto è quello di vaccinare i bambini che presentano i primi sintomi di rinite anche se lievi. Grazie ai continui miglioramenti in campo farmaceutico, i vaccini sublinguali, una valida alternativa ai vaccini sottocutanea, risultando altrettanto efficaci ma più maneggevoli e più sicuri, inoltre non presentano effetti collaterali.

Condividi questa pagina

Invia pagina

Approfondimenti sull'argomento

Cerca nel sito

Se non hai trovato quello che ti serve, o vuoi maggiori informazioni, utilizza il motore di ricerca

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook