UniversONline.it

Prevenzione medica nelle donne - Salute: Anche se le donne ritengono importante la salute, due terzi non si sottopongono ai controlli medici per via di motivi economici o per paura di ciò...

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

Prevenzione medica nelle donne

Prevenzione medica nelle donne

Anche se le donne ritengono importante la salute, due terzi non si sottopongono ai controlli medici per via di motivi economici o per paura di ciò che potrebbero scoprire.

L'indagine che ha permesso di avere una panoramica dell'approccio delle donne con la prevenzione medica è stata effettuata dall'Eurisko. I dati, relativi a un campione di circa 800 donne con un età che va dai 18 ai 64 anni, sono stati presentati in una conferenza tenutasi a Roma in occasione della nascita di "Onda" (Osservatorio nazionale sulla salute della donna).

L'obiettivo di ONDA è quello di promuovere la diffusione delle informazioni medico scientifiche e il ruolo sociale della donna nella valorizzazione della ricerca e nella scienza. In molti studi e ricerche si tiene unicamente conto della popolazione maschile trascurando le donne, non si tiene conto delle diversa reazione dell'organismo a seconda del sesso. Per esempio, nel caso di un nuovo farmaco, in una donna si potrebbero verificare degli effetti collaterali diversi, è per questo che bisognerebbe tener maggiormente conto anche di questi aspetti in fase di sperimentazione.

Gli esperti fanno notare che per la salute della donna c'è molto da fare, non solo sul fronte della ricerca ma anche sulla prevenzione. Il campione intervistato, pur considerando la salute una priorità, ha evidenziato che solo una su tre effettuava dei test medici.

Nel 20% dei casi, i test non vengono fati per motivazioni economiche, il 30% ha invece paura di quello che potrebbero scoprire da un'analisi medica e quindi evitano di farla. Ben il 52% delle donne non effettuano screening oncologici e quasi 7 su 10 evitano i controlli consigliati che in molti casi potrebbero aiutare a intervenire preventivamente nella cura di malattie che trascurate potrebbero lasciare delle conseguenze gravi non più curabili. Il 36% delle donne stanno poco attente alle malattie cardiache e otto su dieci pur essendo potenzialmente a rischio non fanno i controlli per le malattie sessuali.

Tutto sommato, il 60% della popolazione femminile italiana sembra godere di ottima salute, il 52% si ritiene in forma e il 68% in linea con le aspettative. La fascia di età in cui si è meno propensi a sottoporsi a controlli medici è fra i 18 e i 34 anni. Secondo gli esperti è comunque sbagliato non sottoporsi a controlli anche quando si pensa di stare bene, un controllo periodico consente di guadagnare del tempo prezioso nel caso si individuino i primi sintomi di qualche patologia come ad esempio tumori del seno o dell'utero, sintomi che una donna non percepirebbe se non in uno stadio più avanzato in cui potrebbero essere già compromessa la salute.

Grazie alla nascita della nuova associazione (ONDA), le donne avranno a disposizione un nuovo organo che potranno prendere come punto di riferimento per la tutela della salute, sono previste numerose conferenze sulle malattie legate alle donne al fine di sensibilizzare la popolazione alla prevenzione. Inoltre l'associazione ha intenzione di realizzare un centro di documentazione per raccogliere i principali studi nazionali e internazionali che hanno avuto ad oggetto la salute della donna.

Condividi questa pagina

Invia pagina

Approfondimenti sull'argomento

Cerca nel sito

Se non hai trovato quello che ti serve, o vuoi maggiori informazioni, utilizza il motore di ricerca

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook