UniversONline.it

I benefici della vitamina D - Salute: La vitamina D è particolarmente importante per l'assorbimento del calcio e di conseguenza per la formazione delle ossa, inoltre consente di...

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

I benefici della vitamina D

I benefici della vitamina D

La vitamina D è particolarmente importante per l'assorbimento del calcio e di conseguenza per la formazione delle ossa, inoltre consente di mantenerle in buona salute.

Questa particolare vitamina importante per tutti gli individui, è fondamentale per le donne in gravidanza e per i bambini piccoli, senza di essa, le ossa e i denti non calcificherebbero bene. Una carenza di vitamina D può portare al rachitismo e in genere problemi allo sviluppo scheletrico e muscolare, inoltre aumenta il rischio di carie dentarie.

Anche se la sua funzione principale è quella di aiutare la mineralizzazione delle ossa, contribuisce a mantenere un sistema nervoso stabile; inoltre contribuisce a mantenere un'azione cardiaca e una coagulazione sanguigna stabile, poiché tali funzioni sono collegate ad una buona utilizzazione da parte dell'organismo di calcio e fosforo. Nel caso i livelli di calcio nel sangue diminuissero, la vitamina D lo "rimuove" dalle ossa.

La vitamina D si trova in alimenti come le sardine, l'olio di fegato di merluzzo, nel salmone, nelle aringhe, nel tuorlo d'uovo e nei latticini; inoltre è l'unica che il nostro organismo è in grado di sintetizzare grazie all'esposizione della pelle ai raggi solari.

Un recente studio preliminare, i cui dati saranno da verificare e approfondire con ulteriori ricerche, sembra aver trovato una relazione fra la vitamina D e una protezione dalle malattie respiratorie come il rischio di sindromi polmonari croniche tipiche dei fumatori.

La relazione fra la concentrazione di vitamina D nel sangue e lo stato di salute dei polmoni è stata individuata dai ricercatori del Department of Medicine, University of Auckland della Nuova Zelanda, i dati relativi allo studio sono stati pubblicati sulla rivista Chest.

Per arrivare a questa conclusione i ricercatori hanno analizzato i dati relativi allo studio "United States National Health and Nutrition Examination Survey" (NHANES III), compiuto tra 1988 e 1994, su 14.091 individui con età superiore ai 20 anni.

Dividendo i casi clinici in diversi gruppi che prendevano in considerazione parametri come il sesso, l'età, il vizio del fumo, malattie respiratorie, ecc., sono stati misurati i livelli ematici di vitamina D. Dai dati raccolti è emerso che una concentrazione superiore di vitamina D nel sangue, corrispondevano a una condizione di salute polmonare migliore.

Prima che si possa consigliare un integrazione aggiuntiva di vitamina D in quelle persone che presentano malattie respiratorie croniche o individui fumatori, saranno necessari ulteriori studi. Bisogna ricordare che anche se molte volte gli integratori si acquistano senza ricetta medica, questo non vuol dire che un uso improprio non arrechi dei danni all'organismo, un parere medico è sempre consigliato.

Condividi questa pagina

Invia pagina

Approfondimenti sull'argomento

Cerca nel sito

Se non hai trovato quello che ti serve, o vuoi maggiori informazioni, utilizza il motore di ricerca

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook