UniversONline.it

Dagli USA un vaccino contro il fumo - Salute: Il vaccino contro il fumo NicVAX, una volta iniettato nel paziente stimola il sistema immunitario nella produzione di anticorpi specifici contro la...

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

Dagli USA un vaccino contro il fumo

Dagli USA un vaccino contro il fumo

La lotta contro il fumo mobilita numerosi centri di ricerca in tutto il mondo, l'obiettivo è quello di trovare una soluzione definitiva a questo vizio che provoca ogni anno numerosi morti. Sicuramente chi brevetterà un farmaco o una terapia veramente efficace contro il fumo, avrà un notevole incremento sulle entrate economiche.

Qualche settimana fa a Milano, è stata presentata una pastiglia alla nicotina che a detta dei ricercatori aiuterebbe a smettere di fumare anche i fumatori più accaniti.

Questa pastiglia però non sostituisce i metodi già conosciuti come cerotti e gomme da masticare ma si affiancherà ad essi. La pastiglia per smettere di fumare sarà disponibile in due dosaggi, da 2 e 4 mg a seconda del numero di sigarette che uno era abituato a fumare.

Dagli Usa arriva invece un'altra notizia, da qualche anno alla University of Minnesota School of Medicine, il dottore Dorothy Hatsukami sta lavorando a un vaccino contro il fumo.

Alla conferenza annuale dell'American Association for Cancer Research, Hatsukami ha presentato i risultati ottenuti fino ad ora dalla ricerca da lui coordinata e ha affermato che si sta per entrare nell'ultima fase di sperimentazione clinica.

Il NicVAX, questo il nome del vaccino contro il fumo, in seguito agli ottimi risultati ottenuti durante la sperimentazione, sarà probabilmente il primo ad ottenere l'autorizzazione dalla FDA ( Food and Drug Administration ), l'organizzazione statunitense che regola la sperimentazione dei medicinali.

Il vaccino contro il fumo NicVAX, una volta iniettato nel paziente stimola il sistema immunitario nella produzione di anticorpi specifici contro la nicotina. Gli anticorpi prodotti "catturano" la nicotina messa in circolo nel sangue dal fumo delle sigarette e evitano che raggiunga il cervello.

Prima di vedere questo vaccino in commercio bisognerà attendere ancora un paio di anni, i ricercatori devono verificare prima tutti gli effetti collaterali che potrebbero presentarsi e l'effettiva durata nel tempo dell'efficacia del vaccino anti-fumo.

Condividi questa pagina

Invia pagina

Approfondimenti sull'argomento

Cerca nel sito

Se non hai trovato quello che ti serve, o vuoi maggiori informazioni, utilizza il motore di ricerca

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook