UniversONline.it

Spinaci e vitamine importanti : folico e carotenoide - Salute: Spinaci e vitamine importanti - Washington: un nuovo studio condotto dai ricercatori della Penn State University evidenzia che gli

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

Spinaci e vitamine importanti: folico e carotenoide

Spinaci e vitamine importanti : folico e carotenoide

Washington: un nuovo studio condotto dai ricercatori della Penn State University evidenzia che gli spinaci conservati per lungo tempo perdono molte sostanze nutrienti.

Il gruppo dei ricercatori guidati da Luke La Borde ha scoperto che gli spinaci conservati a 3,9 °C perdono il loro contenuto di acido folico e carotenoide più lentamente di quelli conservati tra 10 e 20 °C.

Secondo questo studio gli spinaci conservati in frigorifero a 3,9 gradi conservano più sostanze nutrienti rispetto a agli spinaci conservati a temperature più alte. La perdita sostanziale di sostanze nutrienti si manifesta in tutte le temperature ma in quelle più basse si mantengono per un tempo maggiore.

Gli spinaci conservati a 3,9 gradi, dopo 8 giorni, mantengono solo il 53% del loro acido folico . Quando vengono tenuti a temperature più alte, perdono sostanze nutrienti più velocemente. A 10 gradi, dopo 6 giorni perdono il 47% dei loro acidi folici e a 20 gradi la stessa quantità  viene persa in 4 giorni. Lo stesso avviene per la perdita di carotenoide. Con l'aumento delle temperature la perdita di queste sostanze si manifesta più velocemente.

Perchè è importante l'acido folico (folato)?

L'acido folico, è la vitamina B9. Non viene prodotto dall'organismo ma deve essere assunto con il cibo e dalla flora batterica intestinale, e il fabbisogno quotidiano in condizioni normali è di circa 0,2 mg.

Negli ultimi decenni, l'acido folico è stato riconosciuto come essenziale nella prevenzione delle malformazioni neonatali, particolarmente di quelle a carico del tubo neurale, che si possono originare nelle prime fasi dello sviluppo embrionale.

Durante la gravidanza, quindi, il fabbisogno di folato si raddoppia a 0,4 mg perchè il feto utilizza le riserve materne.

L'acido folico contribuisce anche a prevenire altre situazioni di rischio alla salute. La sua presenza abbassa i livelli dell'aminoacido omocisteina, associato al rischio di malattie cardiovascolari e infarti, anche se non si può al momento stabilire una associazione diretta tra assunzione di folati e riduzione del rischio cardiaco.

Alcuni test che riguardano i carotenoide

In uno studio dell'Università  di New York, in collaborazione con il Centro Internazionale sullo sviluppo del Cancro a Lione in Francia, è stato, per la prima volta, esaminato il rapporto fra i livelli sanguigni di carotenoidi e lo sviluppo di cancro alla mammella. I ricercatori hanno comparato la quantità  di carotenoide in 540 donne, di cui la metà  aveva cancro alla mammella.

Le donne con cancro alla mammella avevano un livello di carotenoide molto più basso (11% - 21%) in confronto alle donne senza cancro, inoltre le donne con livelli bassi avevano una probabilità  due volte maggiore di sviluppare cancro al seno.

Anche se i ricercatori dovranno continuare ad esaminare gli altri fattori di vita che potrebbero condurre ad aumentare il rischio , essi consigliano a tutte le donne di mangiare tanta frutta e verdura. Soprattutto la frutta e verdura che contengono il Beta Carotene, come le carote, broccoli, mango e spinaci, e quelle che contengono l'Alfa Carotene, come per esempio i pomodori.

Condividi questa pagina

Invia pagina

Approfondimenti sull'argomento

Cerca nel sito

Se non hai trovato quello che ti serve, o vuoi maggiori informazioni, utilizza il motore di ricerca

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook